Questo sito contribuisce alla audience di

Ponte Sant'Angelo: il Ponte degli Angeli

Le sculture del Bernini ornano il Ponte che conduce a Castel Sant'Angelo

Ponte Sant'Angelo

L’imperatore Adriano fece costruire nel 134 d.C. un ponte per collegare all’altra riva del fiume il suo mausoleo Castel Sant’Angelo (all’epoca Mausoleo di Adriano).

Il Ponte preso il nome di Elio, più comunemente chiamato Ponte di Castello, oggi il suo nome è Ponte Sant’Angelo.

Per la costruzione venne usato il peperino (roccia magmatica), rivestito poi con il travertino (roccia sedimentaria calcarea di tipo chimico); era edificato su tre arcate con scale che partivano dalla riva del fiume a loro volta sorrette da arcate che vennero in seguito distrutte per innalzare gli argini del fiume Tevere.

Prese il nuovo nome di Ponte Sant’Angelo nel VI secolo quando era papa Gregorio I, detto Gregorio Magno (Roma, 540 circa- Roma, 12 marzo 604, 64° papa dal 3 settembre 590 fino alla sua morte, è venerato come santo e dottore della Chiesa), proprio perché da esso si arrivava a Castel Sant’Angelo.

Purtroppo il Ponte ci racconta anche una triste storia: mentre i festeggiava il giubileo del 1450 i parapetti del ponte cedettero a causa della grande affluenza dei pellegrini e questo causò la morte di molte persone.

Nell’anno 1535 papa Clemente VII (Giulio di Giuliano de’ Medici, Firenze, 26 maggio 1478-Roma, 25 settembre 1534, 219° papa dal 1523 alla morte) fece porre all’ingresso del ponte le statue di san Pietro e san Paolo ed altre riproducesti i quattro evangelisti ed i patriarchi Adamo, Noè, Abramo e Mosè, ma sono rimaste soltanto quelle di san Pietro e san Paolo.

Papa Clemente IX (Giulio Rospigliosi, Pistoia, 28 gennaio 1600- Roma, 9 dicembre 1669, 238° papa dal 1667 alla sua morte) nel 1669 fece costruire un nuovo parapetto su progetto di Gian Lorenzo Bernini (Napoli, 7 dicembre 1598-Roma, 28 novembre 1680) e sopra vennero poste dieci statue di Angeli portanti i simboli della Passione di Cristo, scolpite dagli allievi del Bernini sotto la sua direzione.

Di queste sculture di Angeli, solo una è autografata dal Bernini ed è stata posta nella chiesa di Sant’Andrea delle Fratte.

PR Vista del Ponte con le statue degli Angeli e San Paolo

Le sculture del Bernini ornano il Ponte che conduce a Castel Sant’Angelo
PR Vista del Ponte con le statue degli Angeli e San PaoloAngeloAngelo con i flagelliAngelo con la CroceAngelo della passione con lanciaCastel Sant'Angelo e il ponteNotturnoParticolare di un Angelo del PontePonte e Castel Sant'AngeloPonte Sant'Angelo - Statua di un AngeloPonte Sant'Angelo e il fiume TevereSan PaoloStatua di San PaoloStatua nella notteUno dei bellissimi Angeli