Questo sito contribuisce alla audience di

Spaghetti alla carrettiera

Una ricetta romana che deve il suo nome agli antichi "carrettieri"

Ricetta romana spaghetti alla carrettiera Quando anticamente Roma veniva rifornita di vino dai barrocciai o carrettieri provenienti dai Castelli Romani, questi si fermavano abitualmente a mangiare nelle osterie ed il loro piatto più usuale ed amato erano gli spaghetti fatti nel modo che di seguito vi proponiamo e che, proprio grazie alla loro consuetudine, vennero denominati “Spaghetti alla Carrettiera”.

Dosi per 6 persone:

500 g di spaghetti del tipo che preferite;

2 spicchi d’aglio;

60 g di pancetta;

80 g di tonno sott’olio;

250 g di funghi porcini;

Olio extra vergine d’oliva q.b.;

prezzemolo q.b.;

Parmigiano grattugiato q.b.;

sale e pepe q.b.

Preparazione:

Carrettieri Pulite bene i funghi e affettateli, fate soffriggere in una capace padella l’olio con gli spicchi d’aglio (da eliminare quando saranno dorati) e la pancetta tagliata a dadini, quando il tutto sarà rosolato unite i funghi, salate e pepate, lasciate cuocere a fuoco basso per circa 25 minuti mescolando ogni tanto.

Aggiungete il tonno sbriciolato, mescolate e fate ancora cuocere per qualche minuto alla fine unite il prezzemolo sminuzzato.

Nel frattempo lessate gli spaghetti che dovranno essere al dente, a fine cottura scolatela e versatela in una zuppiera dove la condirete con gli ingredienti preparati e con il parmigiano grattugiato; servite subito.

Se volete potete aggiungere al composto qualche cucchiaio di sugo di pomodoro.