Questo sito contribuisce alla audience di

Il 10 agosto e le stelle cadenti

Una notte magica dedicata a San Lorenzo le cui lacrime si tramutano in stelle cadenti

Stella cadente

Il 10 agosto è detta la Notte di San Lorenzo; molti di noi volgeranno il loro sguardo al cielo per vedere almeno una stella cadente ed esprimere al volo un desiderio che, secondo la credenza popolare, ha molte possibilità di avverarsi.

Anche se poi nel profondo sentiamo che non è vero, è comunque bello poter credere per una notte nella magia delle stelle.

In realtà il fenomeno delle stelle cadenti, è una pioggia di piccoli meteore, particolarmente visibile non solo il 10 ma anche alcuni giorni dopo.

Questa notte è stata da moltissimo tempo dedicata al martirio di San Lorenzo (Huesca, 225-Roma, 10 agosto 258, venerato dalla Chiesa cattolica come santo) uno dei sette diaconi di Roma, dove venne martirizzato nel 258 durante la persecuzione che l’imperatore Valeriano aveva emanato con un editto, ordinando che tutti i vescovi, presbiteri e diaconi dovevano essere messi a morte e tra loro si trovava anche Lorenzo che aveva solo 33 anni.

Chiesa di San Lorenzo fuori le Mura Il suo corpo riposa a Roma nella Basilica di San Lorenzo fuori le Mura.

Le stelle cadenti sono nell’immaginario le lacrime del pianto che il santo versò durante il martirio che, salite al cielo, si aggirano senza meta e cadono sulla terra solo in ricorrenza della sua morte il 10 di agosto.

2^ Foto: www.angolohermes.com