Questo sito contribuisce alla audience di

Fontana delle Naiadi

La bellezza di Roma raccontata dalle sue fontane

Piazza della Repubblica e Fontana delle Naiadi

Collocata al centro di Piazza della Repubblica di fronte alla Basilica di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri (rione Castro Petrorio), si trova la Fontana delle Naiadi (o dell’Esedra in quanto precedentemente la piazza era denominata Piazza Esedra).

La parte architettonica in travertino e granito venne progettata e realizzata nel 1885 da Guerrieri Alessandro ed adornata in modo provvisorio con quattro leoni in stucco quando l’imperatore Guglielmo II (Berlino, 27 gennaio 1859-Doorn, 4 giugno 1941, ultimo imperatore della Germania e ultimo re (di Prussia dal 1888 al 1918) venne in visita a Roma nel 1888.

Successivamente, nel 1901, tolti i leoni, venne realizzato il gruppo scultoreo in bronzo dallo scultore Mario Rutelli (Palermo, 4 aprile 1859-Roma, 4 novembre 1941) che presenta quattro gruppi dedicati al tema dell’acqua e che raffigurano ninfe, animali e mostri acquatici: le Naiadi.

Le naiadi, ninfe dell’acqua, raffigurano la Ninfa dei Laghi che cinge un cigno, la Ninfa dei Fiumi che si mostra con una creatura mitica dei fiumi a forma di serpente, la Ninfa degli Oceani in sella ad un cavallo selvaggio emblema del mare, ed infine la Ninfa delle Acque Sotterranee, adagiata sul dorso di un drago.

Al centro si scorge il gruppo del Glauco (divinità protettrice dei porti), eseguito nel 1912, che personifica la supremazia dell’uomo sulla forza della natura, ed ha un delfino dal quale scorga uno zampillo d’acqua.

La bellissima fontana in stile liberty, definitivamente terminata, venne inaugurata nel 1914 ed è stata sottoposta a restauro nel 1998, per poter continuare a raccontare il suo frammento di vita nella storia di Roma.

Fontana delle Naiadi - Tramonto

La bellezza di Roma raccontata dalle sue fontane
Fontana delle Naiadi - TramontoNinfa degli OceaniNinfa dei Fiumi - Fontana delle NaiadiNinfa dei LaghiNinfa delle Acque SotterraneeGlauco con delfino