Questo sito contribuisce alla audience di

Profitti record per la Rugby Football Union

Il rugby inglese è in grado di generare entrate sempre maggiori grazie a una gestione manageriale di prim’ordine

L’English Rugby Football Union (RFU) ha reso noto di avere raggiunto profitti ante imposta per 14.5 milioni di sterline (oltre 46 miliardi di lire) nel periodo di 12 mesi sino allo scorso 30 giugno. Il positivo risultato è stato raggiunto anche grazie alla cessione del 40% della Twickenham Experience, società costituita dalla RFU e specializzata nel catering e nell’ospitalità. L’operazione ha reso 11.3 milioni di sterline (oltre 36 miliardi di lire).

La Twickenham Experience è stata fondata da un anno, dopo la scadenza del contratto che legava da 13 anni la RFU al precedente licenziatario per il catering nello stadio di Twickenham.
Un’altra importante fonte di reddito per la federazione inglese è rappresentata dai diritti televisivi degli incontri casalinghi della nazionale per i quali ci si aspetta un’offerta record per il prossimo contratto.

Attualmente i diritti sono detenuti dalla British Sky Broadcasting (BSkyB), la quale ha acquistato dalla RFU anche il pacchetto inerente i diritti tv degli incontri del campionato inglese. Entrambi i pacchetti sono stati pagati 87.5 milioni di sterline (circa 280 miliardi di lire) e non comprendono gli incontri del 6 Nazioni.

Gli analisti si aspettano che la RFU possa arrivare a chiedere più del doppio per la prossima vendita dei diritti televisivi. BSkyB, OnDigital e NTL, ossia i maggiori operatori televisivi del Regno Unito hanno già espresso interesse per uno o più dei pacchetti che verranno offerti. Anche la BBC, rimasta senza copertura su di uno degli sport più seguiti d’Inghilterra, potrebbe farsi valere. La competizione non potrà che fare bene alle casse della Rugby Football Union.

Tra gli obiettivi della Union anche la costituzione di una società di produzione televisiva per affiancare i partner commerciali e il broacaster licenziatario nella realiazzazione dei filmati di modo da aumentare maggiormente la resa del marchio RFU, la rosa dei Lancaster.