Questo sito contribuisce alla audience di

Una bella Italia cede agli All Blacks con onore

Il rugby italiano cade di fronte agli “dèi” All Blacks, ma non fa troppo rumore. Una caduta con onore, una caduta che ci sta tutta di fronte alla Nazionale più forte del Mondo. Il punteggio[...]

italia contro all blacksIl rugby italiano cade di fronte agli “dèi” All Blacks, ma non fa troppo rumore. Una caduta con onore, una caduta che ci sta tutta di fronte alla Nazionale più forte del Mondo.

Il punteggio finale è tutt’altro che umiliante: un 27 - 6 che, se non soddisfa, almeno non chiude le porte ad una squadra come la nostra; il rugby azzurro c’è.

Il primo tempo, ricordiamolo, vedeva i nostri atleti sotto per 13-3 (NZ: meta di Rokocoko, trasformata da McAlister e calcio dello stesso McAlister; per noi: calcio di McLean), il che dimostra come la nostra Nazionale abbia tenuto il campo, e possa vantare un buon possesso palla (cosa che si era vista anche nei due precedenti test match contro i Wallabies).

Nel secondo tempo gli All Blacks hanno fatto un po’ più male, ma senza dilagare, con le mete di Ross e Whitelock, a cui ha risposto un altro calcio piazzato di McLean.

Quanto si è visto, non solo in questo confronto, ma anche negli altri due, dimostra come la Nazionale sappia schierarsi bene in campo, sappia arginare gli attacchi di formazioni estremamente quotate sul piano internazionale, riesca a tenere palla, a manovrare.
Certo, di strada ce n’è ancora molta da percorrere, ma ogni spiraglio di luce è positivo. E le luci, in questi ragazzi, appaiono dopo questo tour australe più delle ombre.

foto: si ringrazia france24.com