Questo sito contribuisce alla audience di

Imparare il Rugby: i Trequarti

I RUOLI DEL RUGBY: I TREQUARTI Con i trequarti si apre la fase dell’analisi delle retrovie in una squadra di rugby. Abbiamo analizzato gli avanti, poi i mediani… Ora entreremo nel vivo di[...]

potato sam - imparare il rugbyI RUOLI DEL RUGBY: I TREQUARTI

Con i trequarti si apre la fase dell’analisi delle retrovie in una squadra di rugby. Abbiamo analizzato gli avanti, poi i mediani… Ora entreremo nel vivo di “ciò che accade dietro”.

C’è da premettere, innanzi tutto, che i tre quarti sono un reparto eterogeneo, che andrà dunque diviso in centri e ali.
Entrambi, tuttavia, hanno un ruolo specifico che è quello, più di chiunque altro, di andare a segnare una meta…

TRE QUARTI ALA
I tre quarti ala (chiamati, normalmente, semplicemente “ali”) sono i giocatori che indossano la maglia numero 11 e numero 14 (rispettivamente, ala sinistra ed ala destra).
Sono giocatori estremamente veloci, non necessariamente fisicamente possenti (almeno, nel rugby puro e tradizionale), e dotati di una grande agilità.
Il loro ruolo tradizionale è per lo più offensivo, avendo il compito di aggirare o penetrare la linea di difesa avversaria, generalmente dopo essere stati innescati da un altro giocatore (ad esempio, dal mediano di mischia o di apertura), volando in meta.
In fase difensiva, tendono a trovarsi al centro dell’azione avversaria “alla mano” più raramente rispetto ai colleghi centri, per questo si limitano a chiudere gli spazi laterali, e ricorrono più raramente al placcaggio.
Più decisivo è il loro apporto, al contrario, su azione avversaria di calcio: questi atleti devono, infatti, assai spesso anticipare l’azione avversaria trovandosi nel punto in cui è stato calciato il pallone, afferrarlo e, in seguito, decidere sull’opportunità di un controcalcio o su una ripartenza palla alla mano.
La loro velocità è fondamentale anche in tutti i capovolgimenti di fronte: devono infatti rientrare in posizione oltre la prima linea della difesa se vogliono rendere più ardua agli avversari la segnatura di una meta.

TRE QUARTI CENTRO
I tre quarti centro (o, più semplicemente, centri) sono i giocatori che indossano la maglia numero 12 e 13 (rispettivamente, primo e secondo centro).
Il loro ruolo rispetto ai colleghi delle ali è decisamente più fisico, e vengono chiamati in causa moltissimo sia in attacco che in difesa.
I centri hanno di solito una fisicità più massiccia delle ali (anche in questo caso, si parla del rugby genuinamente tradizionale), pur essendo anch’essi veloci e dovendo premere per segnare le mete.
In fase offensiva, agendo in una zona del campo, verosimilmente, più presidiata, i loro tentativi di segnatura devono essere accompagnati da una forza fisica sufficiente a sfondare le linee avversarie (da qui, la necessità di un fisico possente), mentre in fase difensiva si trovano, a loro volta, in una zona del campo maggiormente sollecitata, dovendo quindi essere abili nel chiudere gli spazi e placcare. Se un avversario supera la linea dei trequarti senza un placcaggio efficace, le probabilità di una segnatura di una meta sono quasi assolute.
I centri lavorano spesso insieme, le loro azioni singole sono azioni corali. Per tale ragione, vedrete spesso azioni in cui questi giocatori (almeno i migliori) riescono a passarsi la palla o a chiudersi con una sincronia assoluta.
A livello tecnico, le differenze tra il primo e secondo centro non esistono praticamente più, e ricoprire il ruolo dell’uno o dell’altro è ormai la stessa cosa… Anche tra ali e centri, e questo dovrebbe stupire ancor di più, le differenze fisiche e tecniche si stanno rapidamente smussando.

DIZIONARIO DEL RUGBY
WING: termine anglosassone per i trequarti ala, suddivisi a loro volta in “left” (sinistra) e “right” (destra).
In francese si dice “aile” (gauche e droit).
CENTRE: termine anglosassone per i trequarti centro, suddivisi in “inside centre” (primo centro) e “outside centre” (secondo centro).
In francese è detto “trois quart centre” o, più semplicemente, “centre”.

INDICE DEI RUOLI

la proprietà dell’immagine “Potato Sam” appartiene a Giulio Serafini ed è esclusiva per questa rubrica - http://giuliosketchs.blogspot.com - tutti i diritti riservati