Questo sito contribuisce alla audience di

L'Italia c'è contro la Scozia: 16-12

In un’atmosfera primaverile, l’Italia batte allo stadio Flaminio di Roma la nazionale scozzese per 16-12. La partita è carica di tensione sin dal riscaldamento: entrambe le Nazionali temono[...]

bergamasco calcioIn un’atmosfera primaverile, l’Italia batte allo stadio Flaminio di Roma la nazionale scozzese per 16-12.
La partita è carica di tensione sin dal riscaldamento: entrambe le Nazionali temono l’onta del cucchiaio di legno e si preparano allo scontro in maniera nervosa.

Quarantamila tifosi italiani contro seimila scozzesi sono il valore aggiunto.

Il fischio di inizio dà il via alle danze: l’Italia deve cancellare il pizzico di sfortuna contro l’Inghilterra (partita comunque che ci ha fatti uscire a testa alta), la Scozia ha ancora nella testa il confronto con il Galles.

Italia subito più offensiva. Qualche imprecisione evita alla Scozia una meta già all’apertura, poi sono i calci piazzati a caratterizzare la prima frazione:
due piazzati in rapida successione concretizzati da Mirco Bergamasco (il secondo, da ruck, poteva forse, almeno all’apparenza, venir contestato, ma alla fine l’interpretazione dell’arbitro risulta corretta); poi la risposta scozzese con Dan Parks che pareggia i conti con altri 2 piazzati.

Il risultato di 6-6 dimostra l’equilibrio della partita e quanto ci sia da soffrire. Così si chiude il primo tempo.

Il secondo tempo si apre ancora con un piazzato di Mirco Bergamasco, e l’Italia è nuovamente avanti sul punteggio di 9-6.
In seguito la Scozia ci mette in maggiore difficoltà: con un drop ed un piazzato passa in vantaggio (9-12) e la situazione sembra farsi decisamente ardua.
Le gambe faticano a rispondere, e la Scozia preme.
Ma, come spesso accade, proprio dalla sofferenza arriva la riscossa: un lampo del duo Canale - Canavosio regala all’Italia la meta della vittoria, trasformata da Mirco Bergamasco.

Sul 16-12 l’Italia si chiude e controlla. Al fischio finale questo è il verdetto.

foto: si ringrazia ANSA (ansa.it)