Questo sito contribuisce alla audience di

Breve storia della maratona (prima parte)

La storia della maratona dalle origini ai tempi moderni.

Maratona: per un runner l’appuntamento più rinomato,suggestivo,seguito e sudato della propria vita agonistica.
Il termine maratona viene utilizzato anche nel linguaggio comune ad indicare un impegno che si prevede lungo ed altamente impegnativo.

Il nome trae origine da un episodio citato da Erodoto (libro IV, 105), in cui Filippide, un soldato greco, corse dalla città di Maratona ad Atene, per annunciare che i persiani erano stati sconfitti, morendo poco dopo stremato dalla fatica.

Questo episodio va inserito nel contesto di una guerra tra persiani e greci, con i primi sbarcati sulle coste greche al capo di un esercito impressionante, ed i secondi a controllarli nell’attesa di ricevere rinforzi dalla vicina Sparta.
Filippide era un “emerodromo” ( uomini spesso nei ranghi dell’esercito appositamente preparati per potere percorrere a piedi in corsa anche più di 200 km al giorno con la funzione di messaggeri).
Filippide fu mandato alcuni giorni prima della battaglia a Sparta allo scopo di ottenere aiuto dagli stessi.
Si stima secondo le parole di Erodoto che questo atleta del passato percorse più di 250 km in due giorni all’andata e altrettanti poi per il ritorno sul luogo della battaglia con la risposta negativa degli spartani.
A quel punto nonostante l’assenza dei guerrieri di Sparta gli ateniesi decisero di ingaggiare il combattimento lo stesso riportando una vittoria a quel punto inattesa.
Immediatamente alla fine del conflitto Filippide corse fino ad Atene, per 42 chilometri morendo nei pressi dell’Acropoli, probabilmente per la fatica, dopo avere annunciato la vittoria al consiglio.

In ricordo di questo evento la gara di maratona è stata inserita nell’olimpiade moderna svoltasi per la prima volta nel 1896 ad Atene; la distanza di 42 km fu decisa dopo aver calcolato con strumenti moderni la distanza che aveva percorso Filippide, più precisamente lungo il percorso che va dal ponte di Maratona allo stadio Panathinaiko.

Continua nella seconda parte…