Questo sito contribuisce alla audience di

Terracina, folgorati sul lavoro

uccisi due operai, uno aveva 16 anni La Guerra Dimenticata Morti, invalidi e multilati, malati sul lavoro, una strage continua

Vittime il titolare di un’impresa edile e un dipendente romeno

Il ponteggio metallico ha urtato il traliccio dell’alta tensione

Terracina, folgorati sul lavoro uccisi due operai, uno aveva 16 anni

Il ponteggio ha urtato i cavi dell’alta tensione


TERRACINA -
Una scarica da ventimila volt ha folgorato due operai a Terracina, in via Lungo Sisto a Terracina, in località Borgo Vodice.. Il ponteggio che stavano spostando ha urtato una linea elettrica e non c’é stato scampo per Silvano Pannozzo, 52 anni, titolare dell’impresa edile, e per un giovane dipendente romeno, Lucian Bogda che non aveva compiuto ancora i 16 anni. Illeso un terzo collaboratore di 20 anni, anch’egli romeno, fortunatamente solo sfiorato dalla scarica elettrica.

. I mezzi del 118 hanno dovuto attendere l’arrivo dei tecnici Enel per poter intervenire, perche’ nella zona era ancora presente una forte tensione e quindi gli stessi soccorritori erano a rischio.

Lavoravano alla facciata della villetta di un ispettore di polizia del comissariato di Terracina. Dovevano spostare il ponteggio metallico che avevano innalzato per rifare l’intonaco. Insieme hanno spinto la struttura senza accorgersi però che l’ultimo piano si avvicinava pericolosamente al traliccio dell’alta tensione. Il titolare dell’impresa edile e il suo giovane operaio sono morti sul colpo.

Secondo la ricostruzione della polizia, i due sono rimasti folgorati spostando un ponteggio mobile che ha urtato i fili dell’alta tensione. Insieme a loro c’era un altro operaio, un ventenne romeno, che è riuscito a staccarsi dal ponteggio e a salvarsi. Erano in corso presso l’abitazione dei lavori di ristrutturazione della facciata, e Pannozzo era il titolare della ditta di pitture edili che stava svolgendo l’attività di restauro. Nonostante il proprietario della casa avesse segnalato la presenza dell’alta tensione, invitando gli operai a non spostare il ponteggio, e comunque mettendoli in guardia sul pericolo che potessero toccare i fili, loro hanno svolto ugualmente quella manovra e sono rimasti folgorati. Questa è al momento la dinamica ricostruita dalla polizia che sta indagando sull’incidente.

Il cantiere è stato sequestrato. All’inchiesta partecipano gli agenti del commissariato locale insieme ai tecnici dell’Ispettorato del lavoro. Sembra che entrambi gli stranieri non fossero in regola con il permesso di soggiorno e la loro assunzione non fosse regolare.

http://www.repubblica.it/2006/07/sezioni/cronaca/terracina/terracina/terracina.html

http://redazione.romaone.it/4Daction/Web_RubricaNuova?ID=76370&doc=si