Questo sito contribuisce alla audience di

La guida risponde

0 Vota

Responsabile dei lavori

Domanda

ciao sono alex da bergamo.sui cantieri edili dove lavoravo ultimamente ho notato la presenza di molti "ispettori" (io li chiamo cosi x capirci ma non so quale sia il nome corretto)i quali non sono delle asl ma liberi professionisti pagati dal committente per seguire la sicurezza dei lavori effettuati dalle ditte esterne. vorrei sapere quali competenze si devono avere e quali abilitazioni per svolgere quel lavoro?

Risposta

Gli ispettori di cui parli sono i responsabili dei lavori.
Responsabile dei lavori è il soggetto incaricato dal committente per la progettazione o per l’esecuzione o per il controllo dell’esecuzione dell’opera (art. 2, comma 1, lettera c Decreto Legislativo 14 agosto 1996 n. 494);
l’art. 2 comma 1 lett. c Decreto Legislativo 19 novembre 1999 n. 528 recante modificazioni ed integrazioni al D. Lgs. n. 494/1996 ha sostituito tale definizione con la seguente: soggetto che può essere incaricato dal committente ai fini della progettazione o dell'esecuzione o del controllo dell'esecuzione dell'opera. Nel caso di appalto di opera pubblica, il responsabile dei lavori è il responsabile unico del procedimento ai sensi dell'art. 7 della legge 11 febbraio 1994, n. 109 e successive modifiche.

Il decreto, in conformità ad analoga disposizione della direttiva CEE 92/57 ha previsto che il committente possa, a sua discrezione, designare un responsabile dei lavori cui affidare uno o più dei seguenti incarichi: progettazione, esecuzione, controllo dell’esecuzione dell’opera, nonché assolvimento degli altri compiti posti a carico del committente dagli articoli 3 e 11.

Si tratta, come evidente, di una facoltà e non di un obbligo, poiché gli adempimenti di cui agli articoli 3 e 11 vengono posti indifferentemente a carico del committente o del responsabile dei lavori.

Nell’ipotesi in cui il committente designi un responsabile dei lavori per l’adempimento degli obblighi sopra richiamati, il relativo incarico può essere affidato sia ad un lavoratore subordinato, sia ad un lavoratore autonomo con contratto di tipo professionale. In entrambi i casi, come si evince dall’art. 6, comma 1, il committente rimane comunque responsabile per "culpa in eligendo o in vigilando(Circ. Min. Lav. n.41/1997).

I compiti di tale figura possono essere tutti o solo alcuni dei seguenti (ma il primo è sempre presente):

- attenersi ai principi e alle misure generali di tutela di cui all’art.3 del D.Lgs.626/94;

- determinare nel progetto la durata dei lavori (o delle fasi di lavoro) necessari al compimento dell’opera;
valutare i piani di sicurezza e i fascicoli tecnici predisposti dal coordinatore per la progettazione;

- affidare l’incarico della progettazione dell’opera;

- designare il coordinatore per la progettazione;

- designare il coordinatore per la esecuzione dei lavori;

- comunicare alle imprese esecutrici e ai lavoratori autonomi che parteciperanno alla esecuzione dell’opera il nominativo dei coordinatori per la progettazione e la esecuzione, verificandone l’inserimento nel cartello di cantiere;

- richiedere alle imprese esecutrici e ai lavoratori autonomi l’iscrizione alla C.C.I.A.A., verificandone l’idoneità tecnico-professionale;

- richiedere alle imprese esecutrici una dichiarazione dell’organico medio annuo, distinto per qualifica, corredata dagli estremi delle denunce dei lavoratori effettuate all’Istituto nazionale della previdenza sociale (Inps), all’Istituto nazionale assicurazione infortuni sul lavoro (Inail) e alle casse edili, nonché una dichiarazione relativa al contratto collettivo stipulato dalle organizzazioni sindacali comparativamente più rappresentative, applicato ai lavoratori dipendenti;
trasmettere all’Organo di vigilanza competente per territorio la notifica preliminare e gli eventuali aggiornamenti di cui all’art.11 del D.Lgs.494/96.

Il D. Lgs. n. 494/96 non richiede il possesso di requisiti particolari per lo svolgimento del compito di responsabile dei lavori, se non chè il soggetto prescelto deve comunque avere maturato esperienze specifiche e sviluppato competenze professionali adeguate per lo svolgimento del compito.

val*** - 19 anni e 11 mesi fa
Registrati per commentare