Questo sito contribuisce alla audience di

Zenoni vuol dire fiducia.

Poco utilizzato nella Juve, la possibilità del rilancio a Genova.: breve intervista del SecoloXIX.

Ambizioni?

“Quella di far bene, innanzitutto. Alla Samp ci sono dei dirigenti che hanno
creduto in me nonostante abbia giocato poco, quest’anno, dirigenti che mi
hanno dato ugualmente fiducia: potevano avere dei dubbi, non li hanno avuti.Per questo voglio assolutamente partire bene, per evitare di deludere le aspettative e per ricambiare la fiducia che mi è stata concessa”.

Avrai anche giocato poco, ma in fondo stare alla Juve fa sempre bene. Si impara molto, insomma.

“Senza dubbio. E’ chiaro che speravo di avere qualche occasione in più, ma già soltanto allenarsi con certi giocatori è un’esperienza importante… Poi anche l’ambiente è speciale”.

A proposito di ambiente: che aria ti aspetti di trovare, alla Samp?

“Mi hanno sempre parlato di un ottimo ambiente. La società è partita col piede giusto, ha subito ottenuto risultati importanti… Poi troverò molti miei ex compagni dell’Atalanta, sarà più facile inserirmi”.

Hai sempre giocato da esterno. Meglio dietro o a centrocampo?

“All’inizio facevo il terzino destro, poi col tempo ho iniziato a giocare
anche a centrocampo. Speriamo che gli esterni siano fondamentali, nel 4-4-2
spesso è così…”.