Questo sito contribuisce alla audience di

Torino-Sampdoria 0-2

Doni-Kutuzov, Toro ko

La Rai decide di mandare in onda la spettacolare Roma-Siena, così ai tifosi doriani non resta che gioire a risultato aquisito. L’andata degli ottavi di coppa Italia, che vedeva i blucerchiati contrapposti al Torino e, si è chiuso infatti sul 2-0 a favore dei ragazzi di Novellino.

Squadre imbottite di riserve, secondo la tradizione della coppa Italia. Il Torino interrompe la serie positiva di gare in coppa Italia condite dal gol, dopo 15 gare consecutive in cui andava a segno, mentre la Samp ritrova la via della rete in gare ufficiali dopo 446 minuti.

Tutto come previsto: Novellino manda in campo quattro titolari (Volpi, Palombo e la coppia d’attacco Flachi-Bazzani) e il resto riserve, Rossi non dimentica che lunedì c’è il posticipo fra Toro e Vicenza, e dunque compie scelte conseguenti, debutto del giovane Vailatti compreso. Ne esce un primo tempo comunque gradevole, in cui per 25 minuti è il Torino, unica squadra di B a disputare gli ottavi di coppa Italia, a farla da padrone. Triangolazioni, gioco offensivo, predominio territoriale: così i granata imbrigliano la Samp, anche se raramente arrivano al tiro, e per lo più da fuori. Poi succede che Conticchio rimedia una contrattura, al suo posto entra Maniero, e Humberto retrocede la sua posizione: il Torino perde qualcosa, cresce la Samp, che ribalta il rapporto di forze e arriva più spesso dalle parti di Fontana.
La ripresa offre una gara vivace, con le due squadre si affrontano a viso aperto. La Samp alza il baricentro e aumenta in pericolosità, anche se Fontana non è mai chiamato a interventi decisivi. Entrano anche Doni e Soddimo, poi anche Martinetti, ma la sostanza della gara non cambia, col Torino sempre abile nel contenere e pronto a ripartire. La Samp però insiste, ed esce la sua miglior classe. Finchè, al 32′, i liguri concretizzano la loro superiorità trovando il vantaggio con Doni (su assist di Flachi). Nel finale, al 43′. è Kutuzov a realizzare il 2-0 in contropiede.