Questo sito contribuisce alla audience di

Sampdoria-Torino 1-2

Due gol di Franco regalano al toro l'inutile vittoria La Samp passa il turno: l'aspetta il Cagliari

Rimonta soltanto sfiorata dal Torino. I granata, grazie ad una doppietta del brasiliano Franco, si impongono 2-1 al Ferraris di Genova, ma e’ la Samp a passare in virtu’ del 2-0 dell’andata. I blucerchiati, nei quarti di finale di Coppa Italia, incontreranno il Cagliari (andata a Cagliari il 26 gennaio, ritorno a Genova il 2 marzo).

Decisivo il pareggio di Kutuzov, al secondo goal in soli tre giorni. Novellino sceglie il turn over. Simone Inzaghi, in coppia col bielorusso, deve ancora entrare nei giusti meccanismi, cosi’ nel primo tempo prevalgono gli sbadigli alle rare azioni da rete. Tutt’altra musica nella ripresa. In apertura (50′) un guizzo di Franco permette ai granata di passare in vantaggio. Novellino prima si infuria con il direttore di gara per un’entrata scomposta di Mezzano, non sanzionata, a meta’ campo. Poi corre ai ripari inserendo Flachi al posto di Pagano. I blucerchiati sfiorano immediatamente il pareggio: Carrozzieri entra in area e mette al centro per Inzaghino che solo davanti al portiere granata, in tuffo di testa, manda incredibilmente fuori da due passi. Il preludio all’1-1. Flachi viene duramente colpito alla nuca in uno scontro aereo di gioco con Mantovani e si accascia a terra, Mazzoleni lascia proseguire e Kutuzov (60′) con un diagonale di destro mette in rete. Poca l’esultanza, attimi di paura per il bomber blucerchiato che non si rialza. Ci vogliono un paio di minuti prima che tutto si normalizzi: fortunatamente nessuna conseguenza per la punta che esce solo stordito (al suo posto Rossini) ma con le proprie gambe. La gara e’ molto piacevole: Simone Inzaghi recrimina per un fallo subito in area, Kutuzov sfiora la doppietta personale, ma e’ il Torino a realizzare il 2-1. Ancora Franco (83′), ben imbeccato sulla fascia destra con un preciso diagonale fulmina Antonioli. Nel forcing finale non succede piu’ nulla: termina 2-1 e la Samp puo’ tirare un bel sospiro di sollievo.