Questo sito contribuisce alla audience di

Nick Hornby: "Vialli e Mancini meglio di Fellini"

Lo scrittore inglese: "Samp dei primi '90 tra le cose che amo più dell'Italia"

Ecco lo stralcio dell’intervista rilasciata da Hornby (che della sua passione per il calcio, l’Arsenal in particolar modo, aveva parlato in “Febbre al novantesimo”) a Massimo Calandri per l’Espresso.

“Nelle dieci cose che più ama dell´Italia, Nick Hornby al secondo posto mette la Sampdoria dei primi anni Novanta. La squadra di Vialli e Mancini, Cerezo e Pagliuca, di Vierchowood e della Coppa delle Coppe, dello scudetto e della finale di Wembley. Me lo ha confessato, anzi, me lo ha messo per scritto in una mail, trasmessa ieri alla vigilia del suo arrivo a Genova. Lo scrittore londinese lunedì sera sarà al teatro Modena, protagonista di una suggestiva chiacchierata con la giornalista Giovanna Zucconi. E dunque, mi scrive, the Sampdoria team of the early 90s: preceduta solo dal ristorante italiano che frequenta a Londra, il San Daniele del Friuli, ad Highbury. Ma seguita da: «Il festival letterario di Mantova; la grappa; la Costa Amalfitana; i miei editori italiani; il prosciutto; Federico Fellini; Gianfranco Zola; “Gli zii di Sicilia” di Sciascia»”.

Argomenti

Link correlati