Questo sito contribuisce alla audience di

Presentato Sanremo 2010: ecco gli ospiti

(foto: www.cinetivu.com) Con la conferenza stampa di presentazione della sessantesima edizione, ormai a Sanremo si è entrati in pieno clima pre-partita. Mancano ancora venti giorni al via della[...]

Antonella Clerici e Gianmarco Mazzi alla presentazione di Sanremo
(foto: www.cinetivu.com)

Con la conferenza stampa di presentazione della sessantesima edizione, ormai a Sanremo si è entrati in pieno clima pre-partita. Mancano ancora venti giorni al via della kermesse, ma tra ospiti che dicono no, polemiche sulle canzoni in gara e timori malcelati di flop, Antonella Clerici ha un gran daffare. Intanto l’appuntamento con la stampa ha permesso di rendere noto quasi al completo il cast degli ospiti, super o meno, che calcheranno il palco dell’Ariston.

“Sarà un festival festoso, non solo perchè è quello dei sessant’anni” ha dichiarato Antonella. “Abbiamo ancora in corso trattative importanti che teniamo segrete: si tratta di veri e propri assi nella manica”. Con la conduttrice presenti anche il direttore di Rai Uno Mauro Mazza (che ha ufficializzato che la scenografia sarà q cura di Gaetano Castelli) ed il direttore artistico Gianmarco Mazzi.

Da appassionata di calcio qual è Antonellina non poteva farsi mancare un calciatore alla serata inaugurale: certo, si poteva fare meglio ma martedì 16 vedremo scendere dalla celebre scalinata (ma non sarà la stessa cosa rispetto a quando lo stesso movimento lo fecero Laetitia Casta o Eva Herzigova…) Antonio Cassano, fresco di divorzio semi-ufficiale con la Sampdoria. La speranza è che nel pubblico in sala ci siano pochi tifosi blucerchiati, per non trasformare l’Ariston nella gradinata sud di Marassi ma la curiosità maggiore starà nel vedere come se la caverà FantAntonio davanti ad una platea tanto imponente. A completare il cast di ospiti della prima serata ci sarà la coppia che ha lasciato il testimone della conduzione alla Clerici, ovvero Bonolis-Laurenti: scelta comprensibile, per rompere il ghiaccio c’è bisogno di farsi prendere per mano da un animale da palcoscenico. Saranno dunque loro i primi valletti della sessantesima edizione. Passando alla musica confermata la presenza di Susan Boyle.

Mercoledì piatto forte con Robbie Williams, tocco di classe con la regina Rania di Giordania ed inquietante esibizione del balletto del Moulin Rouge, inquietante perchè è annunciata anche la partecipazione della conduttrice. Saranno della serata anche Raoul Bova e Michelle Rodriguez. Giovedì sarà la serata magica delle rievocazioni: Quando la musica diventa leggenda il titolo della serata speciale dedicata ai sessant’anni del Festival durante la quale otto grandi cantanti italiani interpreteranno altrettante canzoni simboli di Sanremo, ma al momento è certa solo la partecipazione di Elisa, possibile quella di Baglioni e top secret tutto il resto. L’ospite non musicale sarà Christian De Sica, co-conduttore della serata mentre si esibiranno anche Bob Sinclair ed i Tokio Hotel.

Venerdì ci sarà la tradizionale passerella dei sedici big che sceglieranno duetti d’eccezione tenuti ancora segreti e considerando che ci sarà anche l’assegnazione del titolo della Nuova Generazione gli ospiti, ancora misteriosi, dovrebbero essere pochi. Per il gran finale, già nota da tempo la presenza di Maurizio Costanzo, ci saranno anche cinque ballerini che hanno accompagnago Michael Jackson nel suo ultimo spettacolo This is it mentre c’è curiosità per la possibile comparsa di Maria De Filippi, che farebbe il bis dopo aver condotto insieme a Bonolis anche la finale 2009 ma soprattutto per l’annunciata presenza senza veli di Lorella Cuccarini che dovrebbe dare un assaggio del suo musical Il pianeta proibito, coperta, secondo le indiscrezioni, solo da una chitarra. Mah.

Sembra dunque tornato l’entusiasmo a Sanremo, ma due ombre sono ancora inquietanti. La difficoltà nel reperire i cantanti per la serata celebrativa ed il dubbio legato alla presenza di Lady Gaga, che, secondo le parole del direttore artistico Mazzi “è stata male di recente. Siamo quasi d’accordo ma rimane il problema legato all’esibizione dal vivo con l’orchestra: non l’ha mai fatto ed ancora non si è convinta”. Sulla mancata presenza di Baudo, Clerici getta acqua sul fuoco: “L’abbiamo invitato perchè è un pezzo della storia di Sanremo ma ha rifiutato, pur senza polemica: ci dispiace, ma possiamo capire la sua scelta”.