Questo sito contribuisce alla audience di

Fotogallery: i "doppiettisti" del Festival

Chi s'accontenta gode, chi ci riprova... gode il doppio. Solo Nicola di Bari ha vinto due edizioni consecutive di Sanremo, eccezion fatta per la Regina Nilla Pizzi, capace di trionfare tre volte consecutivamente agli esordi del concorso. Ma c'è chi c'ha provato e, pur senza riuscirci, ha regalato pagine indimenticabili: da Celentano a Giorgia, ecco una galleria dei quasi plurivincitori.

Nicola di Bari trionfa al Festival 1972

Un Sanremo è per sempre. Due valgono l’ingresso nella leggenda della manifestazione. Non è da tutti, come abbiamo già visto, non accontentarsi di aver alzato per una volta il leone con la palma e cercare il bis dodici mesi dopo. Ultimo esempio, Valerio Scanu. Perchè nei sessant’anni di storia il Festival ha attraversato tanti alti e bassi, in parallelo con il percorso della musica, ma anche della televisione italiana. Perchè ci sono stati le epoche in cui Sanremo andava addirittura in differita, o addirittura ci veniva mostrata solo la serata conclusiva: logico dunque che anche strategicamente non fosse una vetrina stimolante e che di conseguenza, anche a causa di stranezze regolamentari, si decidesse di aprire a sconosciuti o quasi, capaci tuttavia di sfruttare l’occasione e diventare re per un anno.

Ci siamo già occupati delle vittorie a sorpresa durante i grigi anni ‘70, che comunque, soprattutto all’inizio della decade, non avevano risparmiato punte di grande qualità, legate soprattutto alla doppietta centrata da Nicola Di Bari, primo ed unico capace di vincere due Festival consecutivi nel ‘71 e nel ‘72, non considerando ovviamente i primordi, quando la kermesse aveva di fatto solo un nome e cognome: Nilla Pizzi. Ma adesso è arrivato il momento di dare alle parole un’adeguata cornice fotografica, di vedere le immagini più belle e le emozioni di chi la doppietta l’ha centrata ma anche di chi ha comunque il merito di averci provato, di non aver interpretato il Festival solo come un’occasione per farsi conoscere per poi guardarlo con sufficienza e snobismo, disprezzando le dinamiche e le dure leggi delle eliminazioni dopo averne tratto vantaggio. Adriano Celentano, Anna Oxa e Giorgia così non hanno rimpianti: chi più (Oxa), chi meno hanno legato il loro nome alla manifestazione. Ecco i loro volti: sorridenti e trionfanti, ma anche delusi.