Questo sito contribuisce alla audience di

Area Sanremo: Amadè e Ferrone al Festival 2011

È stata una selezione lunga e difficile, nonchè snervante per i ragazzi ma i nomi sono arrivati: Roberto Amadè e Gabriella Ferrone sono i due prescelti dalla commissione Rai per volare direttamente all'Ariston tra i dieci vincitori di Area Sanremo. Niente da fare per i "famosi". Ma Gabriella ha un passato televisivo...

Morandi con i due prescelti di Area Sanremo
(foto: www.casertace.it)

Si è chiusa nella tarda serata di venerdì, nella cornice del Teatro dell’Opera di Sanremo, alla presenza di Gianni Morandi e del direttore artistico Gianmarco Mazzi, la missione 2010 di Area Sanremo. Sono dunque noti i primi due nomi degli otto cantanti che si contenderanno il titolo della categoria Giovani nella sessantunesima edizione del Festival: si tratta di Roberto Amadè e Gabriella Ferrone. Una serata di musica e forti emozioni al termine della quale la Commissione Rai ha individuato i due talenti migliori tra i dieci vincitori complessivi del concorso che, partito in estate, ha visto passare quasi quattrocento ragazzi (374 per la precisione), divisi tra Sanremo Lab che si è occupata dei brani in italiano, e Sanremo Doc, la novità di quest’anno, riservata ai brani in dialetto. Sono state selezioni lunghe e particolarmente competitive, basti pensare che le esibizioni dei cantanti sono andata in scena tra le 17 e le 19 ma che la decisione della Commissione si è fatta attendere fino oltre le 21.

Ed alla fine non sono mancate le sorprese: non c’è stato spazio infatti per nessuno dei due finalisti di Sanremo Doc, Trenincorsa ed Ilaria Palmieri con le Terre del Sole; e soprattutto non ce l’ha fatta la favoritissima della vigilia, Erika Mineo, nonostante quella di quest’anno sia stata la terza vittoria di fila a Sanremo Lab, e nonostante un 2010 ricco di premi (Lunezia Nuove Proposte e Roccella Music Festival). Ma anche i due prescelti hanno alle spalle una solida preparazione musicale ed un passato non privo di soddisfazioni. Roberto Amadè, pseudonimo di Roberto Cappella, vercellese di Caresanablot, ventotto anni, è reduce dalla vittoria al Premio Bindi con A braccia aperte, contenuta nell’album Tutti gli incanti della vita mentre di Gabriella Ferrone, ventunenne di Capua, si ricorda (oltre al recente singolo È mio) un duetto con Anna Tatangelo nel 2008 nel corso di Il treno dei desideri, trasmissione condotta da Antonella Clerici in cui la giovane Gabriella, che coltivava da sempre l’ambizione di cantare (realizzatasi concretamente già da oltre due anni), aveva potuto realizzare quello che allora le sembrò il sogno di una vita. Ma che oggi è stato superato dalla realtà.