Questo sito contribuisce alla audience di

Sanremo: conferenza stampa tra sorrisi e polemiche

Attese ma assenti. Il 61° Festival di Sanremo alza il sipario senza le due attese super-donne: Belen ed Elisabetta Canalis erano infatti assenti dalla conferenza stampa ufficiale perchè, dicono Morandi e Mazza, "stavano provando". Sarà anche vero, ma dietro le quinte montano i primi malumori tra le due reginette. Ma Morandi smorza le polemiche e si dichiara pronto ma emozionato per il grande evento. Tra gli ospiti, intanto, ufficiali anche i nomi di Antonella Clerici ed Avril Lavigne.

Foto di gruppo per i conduttori di Sanremo 2011

A diciannove giorni dal via, è tempo di conferenza stampa di presentazione per il 61° Festival di Sanremo, alla presenza dell’intero stato generale, il direttore di rete Mazza, il direttore artistico Mazzi ed ovviamente Gianni Morandi. Su il sipario, allora, e che la festa cominci, come sostiene il gran cerimoniere-conduttore, per il quale “ora il Festival è cominciato davvero”. In sensibile anticipo rispetto alle ultime edizioni, con venti giorni ancora davanti per rifinire gli ultimi dettagli l’organizzazione ed il conduttore si sono esposti alle domande dei giornalisti. Ed è già il caso di dire che la luna di miele sanremese per Morandi è davvero finita: lui infatti si sforza di mantenere il sorriso ed i toni pacati, ma dietro le quinte i rumors si fanno insistenti. Ed i diretti interessati dal canto loro fanno pochissimo per metterli a tacere: per la prima volta nella storia recente, infatti, le vallette non erano presenti al vernissage ufficiale. Motivo? Dovevano provare balletti e canzoni, dice Morandi, secondo cui “avrei dovuto essere solo, quest’oggi, ma Luca e Paolo erano già a Sanremo e si sono uniti a me. Nessun problema per le ragazze: stanno lavorando intensamente a Roma con i ballerini e non hanno potuto essere qui”. Comunque, ha precisato Mazza, “entrambe saranno regolarmente presenti nella conferenza stampa di lunedì prossimo”.

Ovviamente si è liberi di opinare soprattutto sull’avverbio usato da Morandi, ma la realtà non scritta parla di crescenti rivalità tra le due starlettes, divise non solo dall’amore mediatico (tutto per l’argentina) ma pure da atteggiamenti opposti nell’”intimità” delle prove. Impegnata e seria Belen, un po’ troppo diva Betty Canalis, arrivata per altro solo da pochi giorni sul set dopo settimane di assenza ingiustificata: sarà vero? Chissà, ma intanto la prima ha sottolineato non senza una vena polemica di stare provando da settimane “da sola, e sottolineo da sola”. E se il grande pubblico si diverte in previsione delle rivalità future, di certo Morandi abbozza e non gradisce. Ma intanto guarda avanti e non smette di pensare con emozione (“le mani già mi sudano”) e preventiva soddisfazione al suo debutto da conduttore sanremese: “Siamo pronti, il cast dei cantanti è ottimo, ed anzi ho dovuto rifiutare qualche candidatura col rischio di rompere qualche amicizia decennale, ma spero che gli esclusi abbiano compreso. La qualità delle canzoni altissima, la squadra che lavora con me è simpatica ed all’altezza: non abbiamo scusanti, se falliremo il pubblico avrà ragione a non sceglierci. Il compito è arduo: già condurre Sanremo non è facile, poi venire dopo due edizioni premiate da ascolti e critica rende la nostra missione ancora più difficile, ma crediamo di poter fare bene”.

Stessi concetti espressi dal direttore di rete Mazza, che parla di “un’attesa spasmodica che ci impone di impegnarci ancora di più”. E mentre Luca e Paolo preannunciano la riedizione di celebri coppie comiche della storia italiana nella serata dedicata ai 150 anni dell’Unità Nazionale ma confermano che non esagereranno nella satira, soprattutto verso il premier, venendo alle notizie in conferenza stampa si è rimasti sul vago riguardo al cast degli ospiti, che come tradizione impone verrà completato solo negli ultimissimi giorni: certe, ma già note, solo le presenza dei Take That, come quella di Robert De Niro nella serata finale cui si aggiungerà Avril Lavigne. Martedì ci sarà pure Antonella Clerici per passare idealmente il testimone a Morandi. Solo un sogno Lady Gaga, sicura o quasi anche la presenza di Justin Bieber, mentre su Fiorello, a precisa domanda, si è preferito rimanere nel vago, come previsto, perché l’attesa aumenta la curiosità. L’impegno è come si vede massimo e fa un certo effetto vedere un pezzo di storia della musica italiana rimettersi del tutto in discussione: ma per il vecchio Gianni la missione Sanremo si annuncia più complicata fuori dall’Ariston che sul palcoscenico.