Sanremo Giovani: ad Anansi la prima tappa

Ha preso il via l'ultima sfida per i nove aspiranti a Sanremo Giovani 2011: sul palco di Domenica In ... onda è andata in scena la prima delle tre puntate in cui altrettanti ragazzi proveranno a farsi conoscere, e televotare, dal grande pubblico. I primi in gara sono stati Anansi, Micaela Foti e Le Strisce, tutti in gara con brani di Zucchero: ha vinto il trentino. Che vede sempre più vicino il sogno sanremese.

Per Anansi Sanremo è sempre più vicino

Non sempre chi vince i tapponi di montagna poi riesce a far suo il Giro d’Italia o il Tour de France, ma qui la musica, in tutti i sensi, è diversa. A trentasette giorni dal Festival è ufficialmente partita l’ultima sfida per i nove giovani talenti che si giocheranno i sei posti per la categoria Giovani del Festival 2011. Sul palco di Domenica In … onda sono saliti Anansi, Micaela Foti e Le Strisce. Il verdetto del televoto ha premiato, meritatamente, il primo: il che non equivale ancora ad un automatico pass per l’Ariston ma ci va molto vicino, in base a semplici calcoli aritmetici. Saranno infatti i sei più votati al termine delle tre manches a volare a Sanremo: ed è vero che al giudizio del pubblico andrà sommato, con un valore pari al 50%, quello di un’apposita giuria radio ma la strada intrapresa dal cantante trentino sembra quella buona. Un talent show in miniatura, in cui lo spazio per farsi conoscere è in verità molto poco ma fortunatamente gli artisti e le loro potenzialità sono note da qualche tempo ed i tre minuti scarsi di esibizione domenicale non rappresenteranno l’unica discriminante. Per tutti e tre gli aspiranti, che come noto non hanno potuto presentare la canzone preparata per il Festival, è stata una giornata a tema, e sarà così ovviamente anche nelle prossime settimane: dopo le presentazioni di rito per sciogliere l’emozione con video di parenti ed amici, si sono infatti dovuti cimentare in tre famose canzoni di Zucchero, l’ospite della settimana del contenitore di Lorella Cuccarini.

Hey man per Anansi, Come il sole all’improvviso per Micaela Foti e Un diavolo in me per Le Strisce. La performace più convincente dal punto di vista tanto interpretativo che canoro è stata proprio quella di Stefano Bannò, in arte Anansi, che ha potuto sfoggiare la sua completezza vocale in un brano perfettamente adatto alle sue caratteristiche. L’emozione ha invece fatto un brutto scherzo a Micaela, sicuramente la più dotata dei tre dal punto di vista vocale ma chiaramente in giornata negativa: può capitare eccome, se si ha solo diciassette anni, ci si trova ad un passo da un sogno e bisogna pure avere a che fare con un brano non perfettamente aderente alla timbrica vocale. Un passo indietro anche per Le Strisce che pur con una canzone apparentemente ideale hanno palesato qualche difficoltà ed imperfezione, ma anche per loro l’emozione ha contato non poco: basti pensare agli evidenti errori commessi nel testo della canzone. Un padrino d’eccezione come Zucchero ha assistito alle loro esibizioni come pure ad un omaggio canoro dei tre ragazzi che hanno interpretato insieme Diamante, una delle canzoni più famose in tutto il mondo del cantautore reggiano che ha poi regalato al pubblico tre brani del suo ultimo album, Chocabeck, pubblicato da appena due mesi ma capace già di andare fortissimo, tra cui È un peccato morir. Domenica prossima seconda tappa con altri tre “candidati”.

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)

Iolowcost

Una vita a basso costo?

Visita subito il nostro portale!