Questo sito contribuisce alla audience di

Il folclore estivo della Sardegna.

L'estate folcloristica sarda è ricca di avvenimenti.

Il primo appuntamento della stagione ci porta a Sedilo il 6 e 7 luglio, per l’Ardia, una spericolata corsa equestre lungo un percorso difficile, in cui il capo corsa, chiamato “sa pandela madzore” viene ostacolato da tutti gli altri cavalieri, in quanto tanto più coraggio e destrezza vengono dimostrati, maggiore è l’opportunità di essere inseriti nell’albo della balentia, questo è uno dei motivi principali per cui cavalli e cavalieri sfidano il pericolo. L’altra motivazione consiste nel festeggiare Santu Antine (Costantino imperatore) per la sua vittoria riportata nel 312. Si dice però che le origini di questa festa risalgono al periodo nuragico, e che fosse un rito tribale a fini religiosi.
Sempre nel mese di luglio si svolge a Paulilatino una festa simile all’Ardia in onore di Santa Maria Maddalena.
Il 15 agosto a Sassari con la festa dell’Assunta, si svolge nelle strade del centro storico la processione dei Candelieri. Le origini di questo avvenimento risalgono ai tempi della dominazione pisana, quando i ceri venivano offerti alla Vergine Assunta. Nel 1652 i sette Gremi di arti e mestieri hanno dato una motivazione all’offerta, un voto per la cessazione della peste. I Candelieri sono delle imponenti colonne di legno abbellite con nastri e fiori, i Gremi le portano a spalla, per le vie cittadine a ritmo di tamburi e flauti. Insieme sfilano anche i “massai” in costume spagnolo, i mazzieri del Comune e il Sindaco che in rappresentanza del popolo, scioglie il voto.
A Nuoro le ultime due domeniche di agosto si svolge la sagra del Redentore. Consiste nella sfilata di migliaia di fedeli per le vie della città, fino a raggiungere la statua del Cristo Redentore sul monte Ortobene, sistemata per volontà di papa Leone XIII, dove si celebreranno i riti religiosi.
Sempre durante il periodo estivo a Selargius, Santadi e Assemini potremo ammirare il tradizionale matrimonio sardo, con tanto di costumi tradizionali, catene e benedizioni ai giovani che si sposano a tutti gli effetti civili e religiosi.
L’estate non è finita qui ci sono tante altre interessanti sagre sia a carattere religioso che agricolo, ma spetta a voi scoprirle visitando la mia terra!!