Questo sito contribuisce alla audience di

Arbatax

Il porto di Arbatax, citato nel 1296 col nome di Arbataxara o Abataxara, è frazione del Comune di Tortolì da cui dista alcuni chilometri. Sorto nel punto medio della costa orientale dell'isola di Sardegna, sulle pendici nord occidentali del promontorio di Bellavista, ofre, per chi vi sale, la visione di un quadro di incomparabile bellezza e il prodigio dell'armonia delle cose create: dal mare alle coste






src="http://www.paradisola.it/com/assets/_spacer.gif" width=1>







border="0">Arbatax<br src="http://www.paradisola.it/com/images/arbataxth.jpg" align=left border=0>





Prefisso: 0782

Cap: 08041

Abitanti: 1060

Altitudine: 10 m
slm

Numeri utili:

Ente Turismo: (EPT- AA -PL) tel. 078230083
(Nuoro)
Farmacia: tel. 0782667780
Ufficio Postale: tel.
0782667083
Carabinieri: tel. 0782623022
Tirrenia: tel.
0782667067

 
Descrizione:

Il porto di Arbatax, citato nel 1296 col nome di Arbataxara o
Abataxara, è frazione del Comune di Tortolì da cui dista alcuni chilometri.
Sorto nel punto medio della costa orientale dell’isola di Sardegna, sulle
pendici nord occidentali del promontorio di Bellavista, ofre, per chi vi sale,
la visione di un quadro di incomparabile bellezza e il prodigio dell’armonia
delle cose create: dal mare alle coste; dalle spiagge allo stagno e al canale
che lo collega al mare; dal rosso isolotto alle colline e alle montagne che si
innalzano a ovest. Il promontorio, distendendosi parallelamente alla costa, alla
quale è unita da una larga fascia di campagna, oggi in gran parte popolata, dà
origine a due insenature: ampia quella che a nord-ovest si distende su una
spiaggia, ad ampio arco, fino a inerpicarsi sulla mole imponente di Monte Santo;
stretta quella cha a sud, chiusa a ovest dal promontorio di San Gemiliano, dove
svetta una torre spagnola, ha uno specchio d’acqua il cui colore varia
dall’azzurro intenso a quello tenue, dalle sfumature smeraldine a quelle
argentate. Verso nord ecco la rada Cala Morisca, incavata tra le rocce, dove
ciocano, contendendosi gli spazi, l’azzurro del mare, il rosso degli scogli e il
verde degli alberi. Poi, ecco, a contatto col mare, due filoni di scogli di
porfido rosso. Ancorati alla costa, piuttosto alti, si allungano verticalmente
sul mare. I filoni, immergendosi sul mare, riappaiono più a nord dando vita a un
isolotto, simile a un diadema incastonato sull’azzurro che, immergendosi di
nuovo, riaffiora sulle coste di Santa Maria Navarrese, ai piedi di una torre
spagnola. Le spiagge, allungandosi sia a ponente del porto, dove parallelamemte
scorre, fra il verde, il canale che porta alla peschiera; sia a sud, a quella di
Portu Frailis, ai piedi dei due promontori; sia a quella di San Gemiliano fino a
dilungarsi sulla stupenda spiaggia di Orrì che, tra una sporgenza e una
rientranza, giunge ai rossi faraglioni di Cea, offrono lo spettacolo di acque
così limpide e cristalline che, a osservarle in silenzio, si ha la sensazione di
assistere a un intreccio segreto di amore fra la loro purezza verginale e i
raggi del sole. I villaggi turistici, sorti sulle pendici dei promontori, e i
campeggi, distribuiti lungo la fascia costiera, costituiscono la testimonianza
che l’uomo, quando sa leggere nelle pagine del paesaggio sa anche rispettarne
l’aspetto. Gli stessi servizi turistici, con la darsena perfettamente
attrezzata, affidati a imbarcazioni moderne e comode, a gommoni, a barche a
vela, consentono di raggiungere le cale e i siti più caratteristici dell’intera
zona, offrendo ai turisti occasioni irripetibili di svago e di scoperta. Le moto
d’acqua, i surfs, i pedalò, lo sci acquatico, le escursioni subacquee completano
le occasioni per una maggiore confidenza col mare. Arbatax ha un aspetto ridente
e distensivo. Fresca e raccolta come un rione geloso delle sue prerogative offre
pesci freschi che in bontà e qualità superano qualsiasi concorrenza. Tortolì,
che ha l’aspetto di una cittadina, e tutta la zona che si espande fino alla
costa, è atrezzata per la migliore ospitalità. Conoscere la zona in tutti i suoi
aspetti significa innamorarsene. Chi parte, dopo un periodo di vacanza, è
accompagnato da un malcelato senso di nostalgia: nostalgia confortata dal
desiderio del
ritorno.