Questo sito contribuisce alla audience di

Vermentino

Il Vermentino costituisce, per ampiezza di coltivazione, la seconda uva bianca della Sardegna dopo il Nuragus. Dal punto di vista qualitativo il Vermentino primeggia in senso assoluto su tutti gli altri vini bianchi da pasto.

Il Vermentino costituisce, per ampiezza di coltivazione, la seconda uva bianca della Sardegna dopo il Nuragus. Dal punto di vista qualitativo il Vermentino primeggia in senso assoluto su tutti gli altri vini bianchi da pasto. ln quest’ultimi tre lustri il vino Vermentino ha conosciuto un trend di vendite costantemente in forte crescita e sembra non conoscere crisi di consumo. Per questo motivo, la coltivazione del vitigno tende ad estendersi su quasi tutto il territorio regionale. questa cultivar è sicuramente d’importazione, proveniente dalla Spagna attraverso la vicina Corsica.
Il Vermentino coltivato in Sardegna dà un vino di elevata qualità che non trova riscontro con altri vini italiani ed esteri che pure portano lo stesso nome. La zona tipica di produzione resta pur sempre la Gallura, nella parte Nord-orientale dell’isola, dove 1a vite cresce sui terreni di disfacimento granitico. Il primo Vermentino appellato con la Denominazione di Origine Controllata porta il nome di Vermentino di Gallura, prodotto nella versione, da tutto pasto, a 12° alcolici, e nella versione denominata Superiore, a 14° alcolici, più adatta per accompagnare piatti piccanti e speciali come la famosa Bottarga sarda, oppure per meglio assaporare il particolare gusto delle Ostriche. Recentemente è stata costituita l’appellazione del Vermentino di Sardegna che, pur esprimendo caratteristiche di alto valore qualitativo, si differenzia dagli altri due citati per un contenuto alcolico più moderato (10.5-11°).