Questo sito contribuisce alla audience di

Addio 2006!

Discorso di fine anno di #faBio#. (parte 1)

Ebbene sì: il 2007 è ormai alle porte! E quasi quasi le chiudo a chiave ’ste porte, visto come si sono presentati gli ultimi anni!! Dio mio, speriamo bene!

Se per caso siete in letargo da circa 365 giorni (come vi invidio!) eccovi un breve riepilogo di quel che è stato questo 2006 (che a me già stava antipatico dal nome: duemilaesei…che nome spocchioso!!)…

Gennaio

L’anno si apre con una novità strepitosa: dai manifesti di Forza Italia sparisce il faccione di Silvio(solo da là purtroppo!) e la scritta subisce una metamorfosi diventando: “Italia, forza!”…il che sembra essere un incitamento agli italiani: “Italia, forza! Stringiamo i denti che fra pochi mesi ce lo leviamo dalle palle!”.

Le elezioni si avvicinano, il governo tenta di posticipare il termine della legislatura: si sta troppo comodi sulle poltrone dei ministri!

Francesco Giro, consigliere politico di Sandro Bondi, dichiara: “La decisione di rinviare di pochi giorni la scadenza della legislatura non ha alcun collegamento con l’entrata in vigore della par condicio. I giorni in più serviranno per portare a termine provvedimenti importanti. Fare un processo alle intenzioni e accusare il premier di voler intensificare la sua presenza in tv è grottesco visto che è del tutto prevedibile che Silvio Berlusconi quei giorni li trascorrerà, come sempre ha fatto in cinque anni di lavoro, nel suo studio di Palazzo Chigi a governare e non davanti i riflettori tv.”

A questo punto è evidente il premier deve aver confuso lo studio di Palazzo Chigi con gli studi televisivi; oppure “Il processo di Biscardi” e “Uno Mattina” sono due succursali del governo!!

In verità si assiste ad una campagna elettorale fatta a colpi di comparsate televisive. Nasce l’idea di chiudere nella casa del Grande Fratello i due candidati Prodi e Berlusconi ed in Aprile vanno in nomination!

Febbraio

Infuria la polemica contro le vignette che rappresentano Maometto apparse in un quotidiano danese e poi ripubblicate da altre testate europee. E così ancora una volta ci si ritrova a chiedersi cos’è la satira e dov’è la sottile linea che divide la libertà d’opinione con il rispetto per le tradizioni, i principi ed i simboli degli altri popoli. Per definizione la satira è contro il potere; e cosa c’è di più potente di una religione? Le religioni sono le forze più potenti e pericolose presenti: riuniscono milioni di persone, hanno una gerarchia ben precisa, migliaia di anni di storia alle spalle e la pericolosità dell’equivoco nell’interpretare le sacre scritture.

C’è poco da fare, la satira è una comicità intelligente..ecco perché molti non la capiscono!

Mancano due mesi alle elezioni e Silvio e Romano fanno la gara per vedere chi la spara più grossa.

Silvio: “Secondo un sondaggio americano siamo in testa!” (La società america è una certa Psb, il cui motto è: “La missione principale è formare la percezione che il gruppo al potere in un Paese goda di ampia popolarità.”).

Romano: “Obiettivo primario è innalzare il PIL!” (Come? Beh, il piano prevede di usare un passamontagna e l’uscita sul retro!).

Ma febbraio è anche il mese delle olimpiadi infernali (o invernali che dir si voglia…): e tutti diventano esperti di sport di cui ignoravano l’esistenza fino a pochi giorni prima. C’è stato l’effetto curling: tutti attratti da una teiera che scivola sul ghiaccio preceduta da due personaggi con un mocio vileda!! E nessuno si è accorto che non è altro che la versione invernale delle bocce.

Idea per uno spot per le prossime olimpiadi invernali:

Inquadratura in primo piano su Rocco Siffredi che indossa un paio di occhiali da sci orrendi; ha in mano uno scopino del curling e recita con voce suadente: “Io ho scopato in molti posti strani ed in tutte le posizioni. Ma non mi sono mai divertito come nel curling!”.

Sfondo nero, didascalia bianca: “Olimpiadi invernali: il curling tira!”.

Marzo

S’infiamma la campagna elettorale. Gli ultimi sondaggi danno avanti di tre punti percentuali i tapini rispetto ai rivali nababbi!

A proposito di Grande Fratello, lo sapete che per votare un concorrente occorre fare una telefonata del costo di 1€?! E pensare che l’Unione pensava di aver scoperto le primarie, Berlusconi è da 7 anni che le fa.. A questa sinistra è sempre in ritardo sono andato a fare una pseudo-intervista:

#faBio#: “Qual è il motivo di questo vostro continuo ritardo su ogni argomento?”

Candidato centro-sinistra: “…” (non risponde, mi fissa.)

#faBio#: “Bene, non sa come rispondere. Passiamo alla prossima domanda: come pensate di vincere le elezioni?”

Candidato centro-sinistra: “Sempre in ritardo dice?! Mah, a me non sembra…”

Lapo Elkan dichiara di voler aprire un centro di riabilitazione per tossicodipendenti. Non vi sembra assurdo?! E’ come se uno che per anni avesse violato le leggi un giorno entra in politica a fare le leggi… Beh, come non detto!

Marzo è il mese in cui è previsto il primo faccia a faccia fra i leader delle due coalizioni; la direzione RAI dichiara che, nel caso in cui lo share superasse il 40%, la coppia Prodi-Berlusconi sarà proposta anche per la conduzione del prossimo Festival di S. Remo!

Scalpore per la dichiarazione di Berlusconi secondo il quale in Cina sono soliti bollire i bambini. La mafia nostrana ha sbottato: “Ma è inammissibile! Questa è concorrenza sleale: i bambini sono fin troppo facili da bollire!! Noi siamo più avanti, occorre rivalutare il ‘made in italy’!”

Aprile

Secondo ed ultimo “faccia a faccia” fra Prodi e Berlusconi: chi l’ha guardato (io me lo sono evitato, il mio dottore mi ha proibito di assumere narcotici soprattutto dopo i pasti) ha detto che sembrava una puntata di “La sai l’ultima?” con Bruno Vespa a fare le veci di Pippo Franco mentre i due contendenti, il campione in carica Silvio e l’intraprendente sfidante Romano, si sfidavano a colpi di spropositi.

Hanno promesso tante di quelle cose che per realizzarle bisognerebbe vendere l’intera penisola a qualche ricco privato! Ma si sa, ogni promessa è un debito, ed infatti il debito pubblico aumenta in continuazione!!

L’11 aprile è proprio un brutto giorno per la mafia (no, non mi riferisco alla fine della presidenza del Consiglio di Silvio Berlusconi): dopo oltre 40 anni di ricerche viene catturato Bernardo Provenzano, il boss mafioso di cui si aveva una sola foto molto datata.

I primi sospetti domenica, quando il presidente di seggio di Corleone ha detto: “Provenzano Bernardo ha votato!”: stupore fra gli scrutatori!!

“La cattura del Provenzano è una tappa molto importante, ma non il traguardo. E pensare che solo una settimana fa abbiamo rintracciato anche il maestro di vita Do Nascimento!” ha dichiarato il capo della squadra mobile, il Gabibbo.

Dopo aver affidato la Camera a Bertinotti a scapito di D’Alema (inutile il tentativo di affittare una camera doppia…i prezzi sono troppo elevati in quella zona!) si pone il problema per chi affidare la presidenza del Senato: i due contendenti sono Marini e Andreotti, coppia già collaudata per uno spot pubblicitario di una compagnia telefonica.

Maggio

Una buona notizia per tutti gli appassionati della vela: dopo essersi lasciato sfuggire anche la poltrona da Presidente della Repubblica, il baffuto Massimo D’Alema, libero da impegni istituzionali, potrà commentare anche per questa legislatura l’American’s Cup!

Moggi viene beccato con le mani nel sacco! Lucky Luciano Moggi, (ormai ex) dirigente sportivo della Juventus, è al centro di un’indagine che dimostrerebbe che il campionato di calcio di serie A italiano era il teatro di un’immensa truffa. Luciano Moggi: chi l’avrebbe mai detto?! Un visino così angelico.

Dalle intercettazioni telefoniche risulta esserci una ragnatela di amicizie e conoscenze che dirigeva le marionette del triste teatrino del calcio italiano.

A proposito di intercettazioni telefoniche, avete visto come vanno di moda? Ormai tutti i processi si basano sull’origliare le telefonate altrui, provando ancora una volta che le nostre vite sono completamente controllate. Siamo tutti spiati ed intercettati: infatti io ultimamente mi diverto a scrivere messaggi con contenuti preoccupanti e verso il ventesimo sms dire che stavo scherzando!

Me li immagino questi parassiti che leggono i dialoghi altrui e commentano:

Ehi capo, abbiamo qui un pezzo grosso…sta parlando con un amico di una partita di droga…ed è legato alla mafia…ehi ehi, vanta conoscenze all’interno di Palazzo Chigi…e fa parte di una setta satanica e pedofilia…ah, no rettifico tutto: ci stava prendendo per il culo!”.

Vabbè, chiusa questa parentesi, stavo dicendo che nel campionato di serie A Tim (già il nome doveva far pensare) c’era una specie di loggia massonica che controllava il campionato stesso: una P2 dello sport praticamente!

Ed infatti, Berlusconi che di logge se ne intende (tessera P2 numero 1816), ha prontamente dichiarato di voler riavere indietro gli scudetti che gli hanno rubato, dimenticando che il suo Milan è anch’esso coinvolto nella vicenda.

Come la loggia P2, anche questa combriccola di “furbetti del campetto” era composta da svariate categorie di persone:

Dirigenti sportivi
Allenatori
Giocatori
Conduttori televisivi: il dimissionario Aldo Biscardi che falsava o ometteva moviole e dibattiti per fare un favore all’amico Luciano;
Politici: L’ex ministro degli Interni Beppe Pisanu (anch’esso buon conoscitore della P2) che sollecita Lucky Luciano a fare qualcosa per l’amata squadra del Torres;
Finanzieri: ci sono sempre in mezzo a ‘ste cose.
Banchieri: Geronzi! Ogni tanto il suo nome spunta fuori…

Nel frattempo Silvio Berlusconi tuona: “Il voto degli italiani all’estero è piuttosto discutibile, in quanto non pagano le tasse in Italia!”. Una frase che ha creato un corto circuito nel cervello di chi lo stava ascoltando: chi non paga le tasse in Italia non può votare ma può essere candidato alla presidenza del Consiglio?! Una frase velata da un sarcasmo geniale per mettere in penombra il caso delle società offshore.

Giugno

Talvolta si crede di aver voltato pagina, e invece abbiamo semplicemente girato il libro!

Ecco 2 indizi che ci fanno capire che abitiamo nello Stato sbagliato:

il figlio del Ministro della Giustizia è indagato in merito della vicenda “Calciopoli”;
nelle regionali in Sicilia vince un indagato per concorso esterno in associazione mafiosa! Ed il problema non è che venga eletto, ma che esso sia eleggibile!

Dopo la sofferta attesa l’Italia esce vittoriosa dalla gara inaugurale del campionato mondiale di calcio. Vittoria con 2 gol di scarto, ma chi di voi ha visto la partita si sarà accorto che la squadra detentrice di tre titoli mondiali non ha dominato contro la debuttante Ghana; ci si aspettava una gara a senso unico, con gli avversari che uscivano a pezzi: il famoso Ghana grattugiato!

Risultato che ha comunque convinto i tifosi ed i giocatori stessi. Il portiere Gigi Buffon ha detto che sull’Italia campione del mondo è pronto a scommetterci: eh, è un vizio!

Mentre l’altra partita del girone E si è conclusa col risultato di 3-0 a favore della Repubblica Ceca contro gli USA. A tal proposito il presidente Americano George Dabliù Bush ha dichiarato: “Non valeva la pena battere i cechi, non hanno abbastanza petrolio! Ci rifaremo contro il Ghana: ci devono un favore, gli abbiamo portato la democrazia!”. “Forse si confonde con l’Afghanistan, capo.” lo ha corretto il fido Rumsfield. “Giusto! Bravo, ti meriti uno zuccherino!”.

I bookmakers danno come favorita alla conquista del titolo, davanti ai verdeoro, la Juventus!

Per festeggiare il patrono il 13 giugno nella basilica di Sant’Antonio a Padova viene chiamato un testimonial d’eccezione: Emanuele Filiberto di Savoia!

“A che titolo?” mi chiedevo. In seguito ho capito: è andato a confessarsi!

Infatti alcuni giorni dopo è finito, insieme al padre Vittorio Emanuele, al centro di una indagine per associazione a delinquere, sfruttamento della prostituzione, abuso di sistema informatico e chi più ne ha più ne metta.

L’arresto di Vittorio Emanuele Alberto Carlo Teodoro Umberto Bonifacio Amedeo Damiano Bernardino Gennaro Maria (questo il suo nome per intero) è avvenuto solo venerdì 16 giugno. Un’ondata di accuse e di intercettazione che hanno sconvolto l’opinione pubblica; tanto che al tg5 delle 13.00 di oggi, dopo aver dedicato solo dieci minuti ai mondiali di calcio, si sono subito preoccupati di dare la notizia scandalo: Vittorio Emanuele è caduto dal letto durante la notte insonne!

E’ caduto??? E chi se ne frega! Sarà stata la sua coscienza a colpirlo!!

Io non amo dare le sentenze prima dei giudici, ma qui c’è poco da sentenziare, è tutto così palese! Già il fatto che Emanuele Filiberto si faccia difendere da Giuliana Bongiorno (già difensore di Andreotti nel processo per associazione mafiosa, con i reati confermati ma finiti in prescrizione. Ora deputata di AN, partito di cui fa parte Salvatore Sottile anche lui compreso nell’indagine in corso: tutto torna!) mi fa dubitare sulla sua innocenza.

E poi l’intera casa reale ha un curriculum da far impallidire Cosa Nostra:

Crack della Banca Romana che a fine ‘800 coinvolse il governo Crispi ed i Savoia;
Dopo l’attacco ad Umberto I (leggermente ferito con una coltellata) da un certo Passanante nel 1878, viene fatto rinchiudere l’anarchico all’Isola d’Elba in una cella di 2 metri quadrati alta un metro e sessanta! Questo per 14 anni, fino a portarlo alla pazzia!!
Sottoscrizione delle leggi razziali nel 1938 da parte di Vittorio Emanuele III;
Tessera numero 1621 della loggia massonica P2 intestata a Vittorio Emanuele;
Commercio di armi;
Omicidio di Dirk Hamer nel 1987 con una fucilata da parte di Vittorio Emanuele, che poi si fece solo sei mesi con la condizionale per porto abusivo di arma da fuoco.
Personaggi di tutto rispetto insomma, tanto da sentirli apostrofati da qualche giornalista come “Sua Maestà”, “Altezza”, “Principe”: quando gli unici titoli che meritano sono quelli di coda!!

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti

Link correlati