Questo sito contribuisce alla audience di

Scampagnata elettorale

Eccoci, finalmente! Il periodo che ogni buon satirico attende con l’ansia di un bambino alla vigilia di Natale: il periodo pre-elettorale!

Decisa la data del voto, 13 e 14 aprile, ora assistiamo alla transumanza di partiti e partitini da uno schieramento all’altro e alla commedia delle alleanze.

A sinistra il Piddì fa la scelta coraggiosa di correre da solo e di tutta risposta Berlusconi, sciolta la Casa delle Libertà, crea il Popolo delle Libertà con Forza Italia, AN, Lega e forse UDC: un’innovativa idea liberale! Uh!

Nel frattempo l’Udeur e i Diniani (sembra il nome di un gruppo prog anni ‘60) emigrati dall’Unione entrano a far parte del giro di amicizie del PDL…su myspace!

All’indomani della decisione di andare alle urne, Prodi ha dichiarato: “Alle prossime elezioni non mi candiderò. E non solo: voterò Berlusconi!”.

Hanno tentato in tutti i modi di evitare ricorrere al voto nazionale, anche provando ad instaurare un governo per le riforme presieduto da Marini, ma è stato tutto inutile: la buona Valeria non ha lo spessore!

Il leader del PDL, in preda ad un orgasmo pre-elettorale, ha dichiarato che lo slogan della sua campagna elettorale sarà : “Italia rialzati!” dopo che la sinistra l’ha messa in ginocchio. Idea presa in prestito anche da Bill Clinton a fianco della moglie per le primarie negli USA che sta conquistando consensi fra i democratici con lo slogan: “Monica rialzati! Ho finito.”

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti