Questo sito contribuisce alla audience di

Chi è Cletis Tout?

Il film di Chris Ver Wiel cerca di ricalcare i chiché cimnematografici per creare qualcosa di completamente nuovo. Operazione non eccessivamente riuscita, nonostante Richard Dreyfuss e Christian slater. Recensione di Heiko H. Caimi

CHI E’ CLETIS TOUT?

di Chris Ver Wiel

Anno di produzione 2001 USA
Attori Christian Slater, Richard Dreyfuss, Tim Allen, Portia De Rossi.
Durata 90′
Genere Thriller
Regista Chris Ver Wiel

Trevor Finch (Christian Slater), uno sgangherato criminale di mezza tacca, fugge dal carcere insieme al suo compagno di cella (Richard Dreyfuss), un ladro di gioielli che, con l’aiuto dell’avvenente figlia (Portia de Rossi), deve recuperare il bottino di una rapina di parecchi anni prima, invece, una volta in libertà, pensa bene di assumere l’dentità del fantomatico Cletis Tout.

Peccato che sulle tracce di quel personaggio ci sia un killer senza scrupoli (Tim Allen), il cui unico punto debole è la passione per i vecchi film. Per Finch l’unica speranza di sfuggire ai colpi del sicario è quella di trovare una buona storia da raccontargli.

Lo spunto, banale, è condotto con una certa freschezza su cliché già assodati e mandati a memoria ma il giochino, nonostante l’interpretazione ottimale di Tim Allen, diventa presto ripetitiva e priva di sorprese.

Christian slater non si discosta dal solito personaggio, Richard Dreyfuss gigioneggia dall’inizio alla fine, e Portia De Rossi non sorprende neppure per la sua supposta avvenenza.

La regia è accettabile ma il prodotto, nel suo insieme, tutt’altro che memorabile. Peccato: il soggetto meritava di più.

(Heiko H. Caimi)