Questo sito contribuisce alla audience di

Il cinema d'animazione. Dai cartoons alle immagini di sintesi

Il cinema d'animazione. Dai disegni animati alle immagini di sintesi - di Bernard Génin - pp. 96 - PREZZO: euro 12,80

IL LIBRO
Due anni prima dei Lumière, un altro pioniere, Émile Reynaud, incantava tutta Parigi con immagini colorate a mano in grado di animarsi sullo schermo del suo «Teatro ottico». Immaginava forse le infinite possibilità di quel nuovo mezzo di espressione? Ripercorreremo qui la prodigiosa storia della «settima arte bis», un cinema che si fabbrica immagine per immagine, in cui l’autore è padrone assoluto poiché controlla tutto al ventiquattresimo di secondo. Dai giganti (Walt Disney) ai marionettisti ispirati (Trnka), passando per il modesto «imbrattapellicole» (Norman McLaren), i poeti libertari (Paul Grimault) e i saggi animisti (Hayao Miyazaki), l’arte dell’animazione non ha mai smesso di sorprenderci, conquistando grazie all’uso del computer e delle nuove tecniche («Toy Story - Il mondo dei giocattoli», «Alla ricerca di Nemo») anche il pubblico adulto.

L’AUTORE
Bernard Génin, dopo il diploma alla scuola delle Belle Arti di Nancy, ha lavorato come grafico (pubblicità, disegno animato) e, nel 1978, è diventato giornalista cinematografico per «Télérama», dove è tutt’ora responsabile della rubrica «Ciné Télé».

RECENSIONI
Da «Scrivere di Cinema», luglio-settembre 2005
«Due anni prima dei Lumière, Émile Reynaud incantava tutta Parigi con immagini colorate a mano in grado di animarsi sullo schermo del suo “Teatro ottico”. Immaginava forse le infinite possibilità del nuovo mezzo di espressione? Ripercorreremo qui la prodigiosa storia della “settima arte bis”, un cinema che si fabbrica immagine per immagine, in cui l’autore è padrone assoluto poiché controlla tutto al ventiquattresimo di secondo.»