Questo sito contribuisce alla audience di

Ugo Pirro: lo sceneggiatore ha un ruolo minore del regista?

Viene sminuito il ruolo dello sceneggiatore nei confronti di un regista che vuole imporre le proprie idee?

Viene sminuito, secondo Lei, il ruolo dello sceneggiatore nei confronti di un regista che vuole imporre le proprie idee.
PIRRO: Viene sminuito se lo sceneggiatore è “consenziente”. Ma la storia del cinema è fatta di liti infinite tra lo sceneggiatore e il regista. E anche la mia biografia è piena di liti. Un film, tuttavia, viene bene quando c’è una certa coesione, un comune sentire, tra lo scrittore e il regista. Lo scrittore di cinema possiede qualche mezzo per difendersi: per esempio non deve descrivere con esattezza la scena, in modo che il regista non si senta obbligato a seguirla. Se la sceneggiatura, le didascalie della sceneggiatura, sono vaghe, approssimative, si dà libertà al regista di interpretarle. Lo sceneggiatore, in altri termini, deve dare un copione che, in qualche modo, non impedisca, ma determini lo stile del regista.