Questo sito contribuisce alla audience di

Antonioni e il cinema astratto

che cosa c'è sotto le immagini più evidenti, e la vera immagine della realtà secondo Michelangelo Antonioni

Sempre a proposito dei limiti del cinema, messi in evidenza nella citazione di Henry Miller e dal commento di Ingmar Bergman, questa volta leggiamo che cosa ha da dirci un altro grande maestro, Michelangelo Antonioni.

“Noi sappiamo che sotto l’immagine rivelata ce n’è un’altra più fedele alla realtà, e sotto quest’altra un’altra ancora, e di nuovo un’altra sotto quest’ultima. Fino alla vera immagine di quella realtà, assoluta, misteriosa, che nessuno vedrà mai. O forse fino alla scomposizione di qualsiasi immagine, di qualsiasi realtà. Il cinema astratto avrebbe dunque una sua ragione di essere”.