Questo sito contribuisce alla audience di

Fuori dalle corde

Un film che sbanda paurosamente, aprendo temi che meriterebbero maggior attenzione. Recensione di Davide Verazzani

Fuori dalle corde

di Fulvio Bernasconi

Con Juan Pablo Ogalde, Vilim Matula, Maya Sansa, Claudio Misculin, Michele Venitucci. Genere Drammatico produzione Italia, Svizzera, 2007 Durata 90 minuti circa.

E’ violenza pura quella narrata da “Fuori dalle corde”, opera prima del ticinese Fulvio Bernasconi, ufficialmente film svizzero ma con forti radici nel nostro paese, a partire dalla coproduzione di Rai Cinema, per proseguire nella location principale, Trieste, e nella scelta dei due protagonisti, Michele Venitucci e Maya Sansa.

E’ la storia della discesa all’inferno di un pugile dilettante, Mike Lo Russo, spinto verso la boxe dall’ambizione della sorella (che per lui ha contratto debiti con strozzini e vive una vita isolata alzandosi all’alba per lavorare in una pescheria) piu’ che da un vero spirito sportivo, e che si ritrova, dopo l’ennesimo fallimento, in un giro sporco di incontri clandestini dove chi perde ci puo’ lasciare la pelle.

Narrato visivamente in modo non del tutto convenzionale, con un forte uso di camera a mano, luoghi oscuri, inquadrature sghembe e fotografia sgranata, il film si avvale di una discreta interpretazione dei due protagonisti (a quando un ruolo che riesca a far scaturire l’immenso talento che ha in sé la Sansa, una delle nostri migliori attrici scandalosamente sottosfruttata dal nostro cinema?) ma è debolissimo nella costruzione del plot, a partire da un inizio in flash-forward che ha solo pretese autoriali ma nessun aggancio con la vicenda, per continuare con una sceneggiatura spesso inadeguata, con espressioni troppo letterarie e uno sviluppo dei personaggi monco e senza costrutto.

La fine aperta e improvvisa non basta a rimettere in carreggiata un film che sbanda paurosamente, aprendo temi che meriterebbero maggior attenzione (come quello della distinzione fra un modo “etico” di concepire lo sport e la ricerca della vittoria a tutti i costi) senza approfondirli a sufficienza.

In collaborazione con www.nouvellevague.eu