Questo sito contribuisce alla audience di

Planet Terror

Questo film o lo si ama o lo si odia, e la critica in questo caso si deve per forza fare da parte. Recensione di Davide Verazzani

Planet Terror 
di Robert Rodriguez

 

Con Rose McGowan, Marley Shelton, Freddy Rodriguez, Josh Brolin, Jeff Fahey, Michael Biehn, Naveen Andrews, Stacy Ferguson, Bruce Willis. Genere Horror, colore 105 minuti. - Produzione USA 2007. - Distribuzione Medusa

Mentre una misteriosa nube tossica si diffonde nel cielo della città, in ospedale, durante il turno di notte, una coppia di medici viene letteralmente assalita dauna folla di persone coperte da piaghe cancrenose, pustole piene di pus, corpi in putrefazione e ferite misteriose che si estendono velocissimamente come un virus.

 

E’ violenza demenziale infine quella di “Planet terror”, altra metà del cielo del tarantiniano “Grindhouse”, di cui Robert Rodriguez, sodale del regista statunitense, riprende tematiche e cast, ampliandolo al genere horror con la consueta follia e allegria.

 

C’è poco da dire: o lo si ama o lo si odia, e la critica in questo caso si deve per forza fare da parte. A parte lo strampalato mondo di riferimento di un film simile (i b-movies anni ’60, l’horror fatto in casa, l’iconografia pop, e chi piu’ ne ha piu’ ne metta), sono assicurate quasi due ore di divertimento del tutto sopra le righe. Personalmente, non lo consiglierei, ma per chi si è appassionato a Desperado e Once upon a time in Mexico è certamente imperdibile. Anche se Dal tramonto all’alba era un’altra cosa…

 

In collaborazione con www.nouvellevague.eu

 

Grindhouse - Planet Terror foto 0      La locandina di Grindhouse - Planet Terror