Questo sito contribuisce alla audience di

Berlinale: il quarto giorno

La programmazione del week end berlinese è decisamente atipica, rispetto alla normalità festivaliera.

La programmazione del week end berlinese è decisamente atipica, rispetto alla normalità festivaliera; a Venezia, infatti, avremmo di sicuro visto arrivare Madonna (prevista invece per mercoledì), Scarlett Johansson e Natalie Portman (in arrivo giovedì) o lo stesso Anderson, che ha infiammato il primo giorno. E invece, ci si presentano tre film in concorso di diversa fattura e consistenza, ma tutti accomunati da una certa sommessa inquetudine e da un cast che, se togliamo Penelope Cruz e Julia Roberts (quest’ultima, peraltro, assente) , non fa certo brillare i flash di centinaia di macchine fotografiche.

La sorpresa positiva, diciamolo subito, e’ stato Avaze gonjeshk-ka (The song of sparrows), con cui il veterano Majid Majidi in un sol colpo fa piazza pulita dei piagnistei e dei sofismi cui il cinema iraniano ci ha da tempo abituato, per comporre una commedia di stampo neorealistico, divertente e coinvolgente al tempo stesso.

Per leggere tutto l’articolo, clicca qui