Questo sito contribuisce alla audience di

Gomorra

Gomorra è un film che, come il libro, farà discutere. Non è Pasolini, non è neo-neorealismo, è qualcosa di differente e di più incisivo: rigoroso stilisticamente, moralmente puro e ineccepibile come un’inchiesta giornalistica d’altri tempi. Recensione di Davide Verazzani

Gomorra
di Matteo Garrone

Con Toni Servillo, Gianfelice Imparato, Maria Nazionale, Salvatore Cantalupo, Gigio Morra, Salvatore Abruzzese, Marco Macor, Ciro Petrone, Carmine Paternoster. Genere Drammatico, colore 135 minuti. - Produzione Italia 2008. - Distribuzione 01 Distribution

Scampia, 2008. Le vite degli abitanti di un’enorme e fatiscente casa popolare sono accomunate dall’appartenenza al clan. C’è chi vuole diventare grande in fretta, chi paga le famiglie dei detenuti coi proventi delle attività illecite, chi vorrebbe emanciparsi e dominare. E chi fa il sarto con amore in un piccolo laboratorio e vorrebbe insegnare la sua arte agli altri. Poco più in là, in una discarica abusiva, vengono stivati i rifiuti tossici di una fabbrica veneta ad opera di un mediatore collegato ai capoclan. Non c’è possibilità di uscita, se non con la morte.