Questo sito contribuisce alla audience di

Prix Italia 2002

È il Teatro Massimo di Palermo, quest’anno, ad ospitare la fase finale della 54a edizione del Prix Italia, la prestigiosa manifestazione che, iniziata il 14, si concluderà il 21 settembre.

Il Prix Italia rappresenta la principale rassegna radiotelevisiva italiana creata per scegliere e premiare, ogni anno, i migliori programmi nelle categorie televisione e documentari, musica, radio e web. La manifestazione è sponsorizzata dalla Regione Sicilia, dal Comune di Palermo, dalla compagnia aerea Air One e dall’industria Granarolo.

Premio Speciale Prix Italia/Granarolo

È proprio con il Gruppo Granarolo che viene riproposto anche nel 2002 un premio speciale di 25.000 Euro per documentari, docudrama e drama.
Il tema della seconda edizione di questo premio è “la Comunicazione per la vita”. La giuria, presieduta dallo scrittore e sceneggiatore Vincenzo Cerami, si è prefissata lo scopo di dare un riconoscimento alla professionalità di programmi televisivi che abbiano per oggetto situazioni di emergenza: guerre,catastrofi naturali, carestie, intolleranze di ordine etnico – religioso, repressioni delle libertà.

L’hanno scorso la vittoria è andata a “The return” della Zdf (Gernania): la storia del viaggio di ritorno che due vedove bosniache compiono verso il proprio Paese dilaniato dalla guerra affinché i loro figli ritrovino i propri affetti e la propria storia.

Terra d’incontro fra culture

In quest’ottica la scelta della Sicilia, cuore del Meditarraneo sia da un punto di vista geografico che culturale, si è rivelata la più adeguata per accogliere una manifestazione rivolta alla produzione artistica internazionale.

La manifestazione

La cerimonia di apertura si è svolta nella Valle dei Templi di Agrigento, ospite d’onore Jacques Diouf, Direttore Generale della Fao.

Nella settimana di svolgimento del Prix sette giurie internazionali - composte da registi, produttori, dirigenti radiotelevisivi, studiosi - visioneranno i 216 programmi in concorso*, provenienti da oltre 45 paesi e 5 continenti e decreteranno la vittoria di tre migliori produzioni per la radio, tre per la tv e una per il web.

In questa 54a edizione verrà data una particolare attenzione ai criteri di valutazione della qualità dei programmi televisivi, alle nuove frontiere degli archivi digitali, ai problemi del diritto d’autore nei diversi media, e alla qualità televisiva del Nord Europa, oltre che alle nuove frontiere di creatività e tecnologia. Inoltre un incontro tra i vertici della televisione americana ed europea deciderà del futuro della tv.

*79 programmi per la radio, 105 per la tv, 32 per il Web