Questo sito contribuisce alla audience di

IL PAKISTAN IN GENERALE

Morfologia del territorio, clima e situazione politica.

Altro paese dell’Asia interessato dalla crisi internazionale è il Pakistan, che essendo confinante con l’Afghanistan e fino a poco tempo fa anche molto vicino al regime dei Talebani (visto che questi studenti coranici sono stati istruiti per la maggior parte nelle scuole coraniche del Pakistan), è sicuramente il paese più importante che è entrato nell’alleanza internazionale anti-terrorismo. Vediamo dunque di conoscerlo meglio mettendo in evidenza gli aspetti geografici e di popolazione più importanti.

In primo luogo diciamo che il Pakistan è governato da un regime militare da circa due anni e il presidente non è stato democraticamente eletto ma è salito al potere in seguito ad un colpo di stato.
Si tratta di uno stato che si trova nell’Asia meridionale creato nel 1947, dopo la divisione dall’India a seguito di motivazioni religiose (il Pakistan quasi interamente mussulmano, l’India di religione indù). Il distacco dall’India fu assai doloroso anche se le conseguenze militari furono limitate per l’intervento di quel grande personaggio che fu il Mahatma Ghandi.

Per quanto riguarda la morfologia del territorio, la parte ad Est è occupata dalla pianura del fiume Indo, mentre tutto il resto del territorio è montuoso. A Sud l’Indo sfocia nel Mar Arabico, nella fertile regione alluvionale del Sind. A ovest della pianura dell’Indo abbiamo il Belucistan, estensione dell’altopiano iraniano e dei monti Sulaiman afghani.
A nord abbiamo prima i primi piegamenti montuosi chiamati Salt Range, poi il massiccio dell’Himalaya con le vette del Nanga Prabat (8.126 mt) e del K 2 (8.611 mt). Il Pakistan non ha dato un nome alla catena montuosa che l’attraversa, raccoglie infatti i prolungamenti dell’Hindukush dall’Afghanistan e del Karakorum dall’India.

Il fiume Indo costituisce una fonte di sostentamento per l’economia del Pakistan ed è il principale fiume del paese. Altri fiumi scendono dai monti del Belucistan fino al Mare Arabico ma hanno minore importanza.

Il clima del Pakistan è tendenzialmente arido.
Qui i monsoni indiani arrivano molto attenuati e le precipitazioni sono scarse. Sono più forti nel nord del paese. Ciò condiziona il paesaggio vegetale, caratterizzato quasi ovunque dalla steppa e nella regione del basso Indo da un vero e proprio deserto di dune.

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • besmira shehi

    25 May 2010 - 15:38 - #1
    0 punti
    Up Down

    vi odiooooooooooooooooo

  • anonimo

    25 May 2010 - 15:39 - #2
    0 punti
    Up Down

    vi odio stra tantooooooooooo!!!!!!!!!!!!