Questo sito contribuisce alla audience di

MORFOLOGIA SUPERFICIALE DEI GHIACCIAI

La superficie di un ghiacciaio è molto varia..

La superficie dei ghiacciai è molto tormentata a causa dell’adattamento alla morfologia del fondo. I ghiacciai presentano una serie di crepacci più o meno larghi e orientati variamente. Quando questi crepacci si intersecano provocano la formazione di blocchi isolati detti seracchi. Inoltre la superficie è modellata dalla fusione del ghiaccio che provoca la formazione di piccole valli dove scorrono piccoli corsi d’acqua; questi molto stesso penetrano in profondità attraverso i crepacci e raggiungono il fondo roccioso che erodono in modo caratteristico (marmitte glaciali); la fusione può dare luogo a laghetti temporanei.

Le acque penetrate in profondità danno luogo alla formazione di un torrente subglaciale che sfocia in superficie attraverso una bocca o forno posta sulla fronte del ghiacciaio.
La superficie dei ghiacciai si presenta convessa, non di rado è staccata dalle pareti rocciose e inoltre può mostrare delle successioni di strutture arcuate con la convessità verso valle, le ogive, dovute all’affiorare di strati di ghiaccio sovrapposti e disposti obliquamente rispetto alla pendenza del letto: l’andamento arcuato è dovuto alla maggiore velocità della lingua al centro.

Le colate del ghiacciaio non si uniscono mai ma conservano ognuna la propria individualità. Il fronte del ghiacciaio è quello che dà le maggiori informazioni circa lo stato dello stesso. Ci dice se il ghiacciaio è in fase di stazionaria, di avanzata o di ritirata.

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • EMILIA

    13 Dec 2009 - 20:46 - #1
    0 punti
    Up Down

    NON MI PIACE