Questo sito contribuisce alla audience di

Band-i-Amir, i gioielli azzurri del deserto

Questi laghi posti ad un'altitudine di 3000 metri, nel nord dell'Afghanistan sono veramente dei gioielli....

E’ un momento in cui dell’Afghanistan si parla molto a causa degli attentati dell’11 settembre, ma in questo paese sono nascoste delle vere meraviglie della natura a partire dalla zona a nord del paese dove spiccano le vette dell’Hindukush. E questa volta parliamo proprio di una meraviglia nascosta da queste vette. Si tratta dei laghi di Band-i-Amir che sono situati nell’Afghanistan settentrionale ad alta quota (circa 3000 metri). Si trovano a soli 190 km da Kabul ma non sono facilmente raggiungibili via terra perchè le strade per raggiungerli sono percorribili solo con veicoli a trazione integrale.

La particolarità di questi 5 laghi (Band-i-Kahmar, Band-i-Gulaman, Band-i-Aibat, Band-i-Panir, Band-i-Pudina) è che sono cinti da dighe naturali di calcare oltre le quali a volte l’acqua straripa, riversandosi nel fiume Kujruk, a valle.

I laghi di Band-i-Amir furono originati da estremi climatici e geologici, i depositi minerali accumulatisi nel corso di milioni di anni hanno creato questi gelidi laghi la cui superficie è 6 metri più alta del territorio circostante. Sotto le foto di queste bellezze che sono difficilmente raggiungibili e quindi consigliabili solo a coloro a cui piace l’avventura….

Avrei voluto mettere sotto le foto una descrizione per dirvi per ogni lago, di quale si trattava, ma le foto trovate su internet, descrivono questi laghi come i laghi di Band-i-Amir.
Neanche quelli che ci sono stati sono riusciti a capire quale lago stavano vedendo…..