Questo sito contribuisce alla audience di

Il vertice sullo sviluppo sostenibile di Johannesburg

Il mondo al collasso?

L’impressione che mi ha dato il vertice di Johannesburg è quella di

molti dottori accorsi al capezzale di un paziente malato (il nostro

pianeta) ognuno dei quali cerca di proporre la propria cura per guarire

il paziente, ma siccome non si trovano d’accordo su quale sia la

migliore si decide di stare a vedere se il paziente guarisce da

solo.

Il nostro pianeta può anche guarire da solo, perché la

natura ferita si difende e cerca di chiuderle queste ferite (con

alluvioni, siccità, terremoti). Penso però che questo modo non sia

molto piacevole per l’umanità e perciò sarebbe bene dare invece al

paziente una bella cura in modo che guarisca piano piano senza dover

dare scossoni. Inoltre oltre questa ipotesi (che il pianeta guarisca da

sè) ce n’è un’altra ben più inquietante e ciòè che il paziente

muoia…

E se il mondo va al collasso per l’umanità potrebbero

arrivare tempi molti grami. Si potrebbe tornare indietro col tempo ad

un’epoca in cui non esistevano gli idrocarburi, le macchine,

l’elettricità e quant’altro.

La natura non è madre, è matrigna,

e se viene sconvolta non si sa come possa reagire.

Ed allora è

arrivato il momento di fermarsi e cominciare a ragionare su uno

sviluppo che sia veramente sostenibile anche dall’ambiente altrimenti

si va verso un futuro incerto e i grandi paesi industrializzati

andranno incontro a moltissimi problemi.