Questo sito contribuisce alla audience di

Indennizzo diretto dei sinistri stradali

DPR n. 254/2006 - GU n. 199 del 28.8.2006: si applicherà agli incidenti avvenuti dopo il 1° febbraio 2007

Dal sito KataWeb
 
Dal 1° febbraio 2007 è operativa la nuova regolamentazione sul risarcimento diretto dei danni derivanti dalla circolazione stradale. Il risarcimento diretto è il principio generale per cui la compagnia assicurativa del danneggiato provvede alla liquidazione dei danni. Nello specifico, la disciplina del risarcimento diretto si applica in tutte le ipotesi di danni al veicolo e di lesioni di lieve entità al conducente, anche quando nel sinistro siano coinvolti terzi trasportati (le richieste di risarcimento delle lesioni riportate dai terzi trasportati rimangono soggette alla procedura di cui all’articolo 141 del codice delle assicurazioni private). La normativa è estesa ai ciclomotori, se dotati di targa ai sensi del DPR 153/2006.

Il nuovo sistema, però, non ha nulla a che vedere con il “cid” (convenzione indennizzo diretto), lo strumento usato fino ad ora da coloro i quali intendevano farsi liquidare i danni subiti direttamente dalla loro assicurazione, pur richiedendoli a quella di controparte per stabilirne l’entità. L’intero corpus attuativo è contenuto, infatti, nel DPR n. 254/2006, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 28 agosto 2006.
 
Lo scopo principale e dichiarato esplicitamente di tale provvedimento (come si evince dall’articolo 14 dello stesso) è quello di consentire “effettivi benefici per gli assicurati, attraverso l’ottimizzazione della gestione, il controllo dei costi e l’innovazione dei contratti che potranno contemplare l’impiego di clausole che prevedano il risarcimento del danno in forma specifica con contestuale riduzione del premio per l’assicurato”, con chiara indicazione della percentuale di sconto applicata…”
 
Per continuare, basterà cliccare il link successivo. Ciao, Luigi