Questo sito contribuisce alla audience di

Viaggio nel mondo dei caschi

I caschi a 360°: produzione, componenti, materiali e omologazione

Dal sito Polimerica.it

Da anni cerco di sviare il traffico caotico di Milano in sella al mio scooter, sempre protetto dal casco che indossavo anche prima del 2000, anno in cui finalmente è diventato obbligatorio per tutti i conducenti e i passeggeri indipendentemente dalla cilindrata del mezzo guidato. Sicurezza prima di tutto, ma anche moda e design; la scelta del casco dipende da queste variabili. Ne esistono di diverse tipologie a seconda dell’utilizzo: integrale, Jet (per scooter), modulare (ovvero integrale apribile attraverso la mentoniera basculante), da Cross..

I numeri del mercato italiano dei caschi per moto e scooter sono notevoli. Oltre 2.950.000 pezzi venduti (dati 2006 ANCMA – Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori), buona parte dei quali all’estero, per un fatturato totale di circa 180.000.000 di euro.

I principali elementi che devono garantire un’adeguata protezione del pilota sono la calotta interna e quella esterna, assieme finalizzate ad assorbire l’eventuale colpo e a distribuire la forza dell’impatto. Altri componenti sono la visiera, gli interni costituiti da cuffia, guanciali e paranuca che contribuiscono al comfort del pilota adattando il casco alla sua testa e il sistema di ritenzione che evita lo scalzamento del casco in caso di incidente…”

Per continuare la lettura, basterà cliccare il link successivo. Ciao, Luigi