Questo sito contribuisce alla audience di

La passione per la Vespa contagia anche Pechino

La Vespa mette d’accordo tutti a ogni latitudine! Anche in terra cinese è possibile trovare dei veri appassionati dell’unico, vero antesignano degli scooter italiani. E’ il caso di Lu[...]

Lu Jiankun con tre delle sue Vespe
La Vespa mette d’accordo tutti a ogni latitudine! Anche in terra cinese è possibile trovare dei veri appassionati dell’unico, vero antesignano degli scooter italiani.

E’ il caso di Lu Jiankun, 32 anni che non è certo un addetto ai lavori (fa il commerciante di vestiti) ma che considera le sue 4 Vespa dei piccoli tesori. Di questo e altro si parla nel sito Corriere.it. Di seguito la parte introduttiva dell’articolo:

PECHINO — Per trovare il suo «garage» dobbiamo inoltrarci nelle sterminata periferia di Pechino. In un vicolo, superato un ristorante uiguro, una vecchina controlla l’ingresso. «Eccoci nel mio regno», dice orgoglioso Lu Jiankun, 32 anni, commerciante di vestiti. Il suo regno, in realtà è il regno dell’intero palazzo popolare: decine di biciclette ammassate sotto una tettoia circondata da un muro.

Nell’angolo più lontano, coperte con lenzuola a riparo dalla polvere fitta che si deposita ovunque come neve durante una tormenta, i suoi «tesori»: quattro Vespe rilucenti, senza un solo graffio. «Tre funzionano, una, la più vecchia, mi serve per i pezzi di ricambio», dice orgoglioso Lu, il più famoso collezionista di scooter italiani della capitale cinese…”

Per continuare la lettura, basterà cliccare il link correlato. Ciao, Luigi