Questo sito contribuisce alla audience di

"La pace come un fiume" - Leif Enger

Un romanzo d'esordio che ha stregato i lettori. Così è nato un nuovo, grande scrittore.

Più volte ho ribadito la mia volontà di promuovere e consigliare soprattutto autori esordienti sconosciuti. Talvolta, però, vale davvero la pena avventurarsi in testi di grande successo per studiare, crescere e cogliere la vera essenza delle cose. Eccovene un esempio.

Reuben Land, il ragazzino che ci racconta questa magnifica storia, non ha alcun dubbio che i miracoli avvengano. Al momento della nascita non respira, ma i suoi polmoni, sul comando del padre, lo sfortunato e dolce Jeremiah, cominciano improvvisamente a funzionare. E questo non è l’unico miracolo che il figlio, con i suoi fantasiosi occhi di bambino, vede compiere dal padre. Cresciuto senza affetto della madre nel Minnesota dei primi anni Sessanta, Reuben si convince che Jeremiah sia toccato dalla mano di Dio. Non perde la fiducia nemmeno quando suo fratello Davy uccide due teppisti e fugge prima della conclusione del processo. Con il padre e la sorellina Swede, Reuben parte come un eroe d’altri tempi per le impervie e selvagge Badlands del Nord Dakota. E in quel viaggio costellato di pericoli e di avventure impara qualcosa di inaspettato e di grande: a respirare la vita a pieni polmoni… La pace come un fiume è uno di quei rari libri che ci fanno capire davvero perché si scrivono e si leggono dei romanzi. Acclamato al suo apparire come una vera e propria rivelazione, è stato avvicinato ai grandi classici della letteratura americana. Impossibile non essere conquistati dalla freschezza, dall’incanto, dalla morbida nostalgia di queste pagine.

 A € 16,50 in libreria o su www.ibs.it