Questo sito contribuisce alla audience di

“Come un romanzo” di Daniel Pennac

Un libro, dedicato agli adolescenti delle nuove generazioni, che insegna a riflettere sul piacere della lettura.

 

A cura della lettrice Enrica Bellamio
 

Daniel Pennac, professore di francese da circa vent’anni in un liceo parigino, affronta in questo libro un tasto dolente della gioventù moderna: il problema del non-amore per i libri che la nuova generazione manifesta in modo così eclatante.

Invita alla lettura attraverso un libro diviso in brevissimi capitoli, scritti in maniera discorsiva, semplice, efficacissima, in cui racconta la propria esperienza di lettore, studente e professore ed espone una visione “alternativa” del libro e della lettura, come l’idea che la noia sia la maggior procreatrice di lettori.

Pennac smentisce, anche, il dogma del dover leggere. Scrive infatti:  Il verbo “leggere” non sopporta l’imperativo, avversione che condivide con altri verbi: il verbo “amare” … il verbo “sognare” … La lettura non va forzata, ma solo “sentita”: è un diritto, non un dovere. In quest’ottica l’autore invita non solo alla riscoperta del libro, ma anche alla tolleranza intellettuale.

Link correlati