Questo sito contribuisce alla audience di

"Se una notte d'inverno un viaggiatore" - Italo Calvino

“Se una notte d'inverno un viaggiatore” è un romanzo che esce dal tradizionale: è un sottile, elaborato e originale gioco letterario. Difficile in alcuni punti, ma insuperabile.

A cura della lettrice Enrica Bellamio
 

Il lettore che, solitamente, occupa la posizione finale nella catena comunicativa, è protagonista di una avventurosa lettura continuamente interrotta. Nella speranza di giungere alla storia completa, ogni volta rimane impigliato in frammenti di storie che continuano a rinviare l’uno all’altro, in una specie di labirinto. La sua storia viene sviluppata parallelamente ad una serie di racconti, scritti di volta in volta con uno stile diverso, sempre nuovo, poliedrico attraverso cui le trappole della scrittura e della lettura vengono messi in opera, e al tempo stesso, nella finzione narrativa, consapevolmente ed esplicitamente scoperti e messi a nudo.

Tuttavia, l’ironia di Calvino non annienta totalmente il modo tradizionale di raccontare, e nel modo più convenzionale lascia che, l’eroe, il Lettore, sposi l’eroina, la Lettrice. In realtà, non ritorna al racconto romanzesco: la storia che il lettore finisce di leggere nel letto matrimoniale è la sua storia. Tutto il romanzo è proprio questo: la storia del lettore che è letto. E il romanzo si fa così «letteratura e metafora della letteratura».

Link correlati