Questo sito contribuisce alla audience di

"Il figlio dei due mondi" di Andrea Donnini

Una rampa di lancio per l'immaginazione, nella prospettiva intergalattica di una saga spaziale ad alta fedeltà.

Casa Editrice : L’Autore Libri Firenze

Prezzo di copertina : Euro 13,20

Data pubblicazione : Ottobre 2003

Pagine : 127

ISBN : 8851704090

Un’avventura fantastica che si colloca tra Star Trek e Guerre Stellari. Un’astronave, il suo comandate e un’equipaggio intenti a proteggere la Terra da una minaccia che proviene da lontano.

Il “talento” della distruzione sta per abbattersi sulla Confederazione dei Pianeti con a capo la Terra che corre il pericolo di essere annientata dalla forza delle Menti Combinate. La galassia M104 e il progetto di espansione totale del Gran Sacerdote Klavius V fanno di Grolim un’autentica minaccia per il mondo con l’istaurazione di un catastrofico periodo di caos e follia. Celiot è il comandate della flotta inviata per fermare Klavius, mille ostacoli ed una presenza aliena faranno da contorno al loro viaggio.

Una rampa di lancio per l’immaginazione, nella prospettiva intergalattica di una saga spaziale ad alta fedeltà.

L’autore è Andrea Donnini, nasce a Firenze nel 1965. Vive e lavora nella sua città natale, appassionato di fantascienza e del mondo Open Source. Questo è il suo primo romanzo.

Sul sito dell’autore sono presenti brevi racconti e favole : http://www.donnini.net/andrea/index.htm

dallo stesso sito è possibile richiedere copia del libro in modo originale:

shareware applicata al cartaceo.

In poche parole potete richiedere una copia in modo completamente gratuito, senza alcuna spesa di spedizione; con il libro riceverete un bollettino postale in bianco e solo dopo aver letto il libro decidete se pagare e quanto pagare. Se non vi piace o non lo ritenete opportuno potete considerare il tutto come un regalo, spero gradito.

Potete comunque anche ordinare il libro secondo i canali tradizionali, ad esempio su Internet Book Shop.

Recensione del Gennaio 2004 a cura del sito “Il rifugio degli esordienti”:

Recensione a cura del Rifugio - Giuseppe Bizzarro

Non solo un romanzo di fantascienza, ma anche uno svolgersi articolato e preciso di una trama con sfondo politico che risulta molto attuale è l’opera di Andrea Donnini “Il figlio dei due mondi”.

Molto ben descritta in questo romanzo una vicenda che nei corsi e ricorsi della storia si è ripetuta svariate volte, con diverse sfumature: la guerra, la tirannia, la liberazione, l’insurrezione di un popolo e via discorrendo.

Ma nel testo di Donnini il tutto è colorato da tanti elementi fantastici che rendono gli eventi più vivaci, più coloriti. I personaggi sono molto ben descritti e reggono una trama ben congegnata dall’inizio alla fine.

Seppure con un buonismo un po’ americaneggiante che vede i protagonisti divisi in “buoni” e “cattivi”, essi esprimono una profonda umanità e il lettore rimane ben impressionato dalla verosimiglianza con cui sono resi.

Malgrado qualche piccola imprecisione (il sole non può sorgere su Grolim che è un pianeta, ma su un punto preciso di esso), il romanzo, un’opera gradevole, dalla trama ben articolata ed effetti speciali ben descritti, si può leggere tutto d’un fiato per la scorrevolezza e chiarezza del linguaggio.

Un buon testo di fantascenza adatto anche per un pubblico molto giovane amante delle guerre stellari.