Questo sito contribuisce alla audience di

E' on line il quinto numero de "L'emergente sgomita"

E' finalmente disponibile il numero 5 della rivista letteraria-culturale "L'emergente sgomita", gratuitamente su www.emergentesgomita.com. In questo numero, l'intervista esclusiva al regista Gabriele Salvatores e alla cantante e attrice Angela Baraldi; un intervento sull'editoria a pagamento della scrittrice, premio Calvino 1996, Alessandra Montrucchio; l'intervista a Marco Drago, direttore de Il Maltese Narrazioni e autore Feltrinelli, al cantante Marco Ferradini e al direttore di collana Marsilio Black Jacopo De Michelis

E’ FINALMENTE USCITO IL NUMERO 5, CLICCA QUI PER SCARICARLO GRATUITAMENTE
Inoltre, nuovo volto al sito www.emergentesgomita.com 
e tre nuovi e-book disponibili su www.emergentesgomita.com/ebook.htm:
Anne Frank rivive con voi
Voci d’eco in spirale acuta, antologia poetica
Il Condominio, raccolta di racconti 
 
Chiunque desiderasse ricevere copia cartacea del magazine o di uno degli e-book, può scriverci.
 

In questo numero:

 l’intervista esclusiva al regista Gabriele Salvatores e ad Angela Baraldi, cantante e attrice protagonista del film Quo vadis, Baby?; un intervento sull’editoria a pagamento della scrittrice, premio Calvino 1996, Alessandra Montrucchio; l’intervista a Marco Drago, direttore de Il Maltese Narrazioni e autore Feltrinelli, al cantante Marco Ferradini e al direttore di collana Marsilio Black Jacopo De Michelis

L’Editoriale, di Matteo Pegoraro
 
E’ passato molto tempo, ma come potete vedere siamo ancora qui. E lo siamo con un numero de L’emergente sgomita che farà parlare molto di noi, ne siamo convinti. Non è consuetudine uscire, per una fanzine distribuita gratuitamente in Internet, con interviste a personaggi come Angela Baraldi, Alessandra Montrucchio, Gabriele Salvatores,  Marco Ferradini, Jacopo De Michelis e Marco Drago. Personaggi che si sono affermati o si stanno affermando nel composito mondo dell’arte, e che nel pubblico – di cui anche voi lettori fate parte – confidano per la riuscita di ogni loro produzione. Cammini che si incrociano, dunque, di chi è già arrivato ma deve continuare a rimanere e di chi è ancora in salita e lotta con intraprendenza e fiducia per raggiungere una vetta sconosciuta.

E’ con un briciolo d’amarezza, nonostante tutto, che mi rivolgo a voi in quest’inizio di 2006: molte promesse, come sempre, molti apprezzamenti che piovono a destra e a manca; molte proposte di partnership e collaborazioni a lungo termine. Ma, ahimè – anzi, ahinoi – si tratta di tante parole e pochi fatti. Lo abbiamo constatato pochi mesi or sono, con un editore emergente su cui una volta tanto confidavamo per la riuscita di un progetto importante e su cui avevamo investito molto. Anche questa volta, come in altre occasioni, abbiamo dovuto riaprire gli occhi sconcertati da richieste e condizioni poco consone al nostro modo di operare in questo settore. Ancora una volta siamo rimasti delusi e in un certo senso sorpresi – spiacevolmente – del trattamento ricevuto.

L’emergente sgomita si sta indubbiamente consolidando, ma per riuscire a raggiungere l’obiettivo che, come comunità culturale, si è prefissa sin dall’inizio, è necessario l’impegno di tutti nel diffondere il nostro messaggio e la nostra risposta ferma e decisa a una buona fetta poco seria del mercato editoriale italiano. Non è da noi – e lo ribadisco in ogni mio editoriale – dichiarare guerra alle case editrici: siamo consapevoli dell’immensa mole di lavoro che sta dietro a una qualsivoglia impresa del settore, così come degli investimenti di tempo e soldi necessari al consolidamento e alla sopravvivenza di un marchio. Siamo anche consapevoli, però, del fatto che la qualità e lo spessore culturale debbano rivestire il primo posto in ogni scala gerarchica; e senza trasparenza, onestà e determinazione, ciò che ne risulta non è che una produzione frivola e fondata su meccanismi che, anziché gratificarlo, ledono l’autore nella sua immagine e nel suo percorso formativo.

L’emergente sgomita vuole richiamare l’attenzione della critica e degli addetti ai lavori, non per imporsi con presunzione a chi di letteratura ed editoria se ne intende, bensì per costituire un punto d’aggregazione e di confronto che fornisca supporto all’aspirante scrittore e miri al tempo stesso a dissuadere smaniosi imprenditori emergenti dal produrre finta cultura, sfruttando spesso l’inesperienza e l’ingenuità altrui.

Ed è con grande piacere che annuncio a tutti voi che, proprio per perseguire quest’obiettivo, abbiamo stipulato una convenzione con UNIST (www.unist.it), che dal 2001 ha realizzato progetti multimediali per il Consiglio d’Europa, per l’Università Statale di Torino (www.master-telematici.it), per il Politecnico di Milano, per Poste Italiane e per grandi imprese nazionali. Da oggi, chiunque dei nostri lettori che, nell’iscriversi a un Master Telematico dell’Università di Torino, indicherà nel modulo di selezione la provenienza da L’emergente sgomita, potrà godere di uno sconto pari al 50% del prezzo di listino del master scelto. Un primo grande passo, insomma, che ci porta a credere sempre più che esistono i propositi e le condizioni per mirare alti.  

 
Sono presenti racconti e poesie degli autori:

Cristiano Tinazzi

Francesco Dell’Olio

Andrea Chimenti

Lapo Gorini

Alessandra Anania

Fabiano Campo

Marco Graser

Sonia Lombardo

Lorella De Bon e Sara Scialdoni

Paola Dallardi

Laura Onofri

Con il racconto vincitore del concorso Si parte dall’incipit, Dolce Dormir di Yri Abe, e la terza puntata dell’attesissimo Insoliti Eventi, di Andrea Galla.