Questo sito contribuisce alla audience di

Formazione

Un percorso di e-learning per il personale della scuola dell'infanzia ed elementare impegnato nei processi di innovazione (Nota Prot. n.4978 del 15 novembre 2002)

Dal sito del MIUR

Dipartimento per lo sviluppo
dell’istruzione

Direzione Generale per la Formazione e l’Aggiornamento del personale della
scuola

Ufficio III

Prot. n.4978/E/1/A

Roma, 15 novembre 2002

Oggetto:
formazione del personale della scuola dell’infanzia e scuola elementare
impegnato nei processi di innovazione - Progetto nazionale di
sperimentazione, di cui al D.M.
n.100/2002

E’ stato affidato all’I.N.D.I.R.E.
- Istituto Nazionale di Documentazione per l’Innovazione e la Ricerca
Educativa di Firenze - l’incarico di progettare e di realizzare un percorso
formativo secondo il modello e-learning integrato destinato al personale
della scuola dell’infanzia e della scuola elementare coinvolto dai processi
di innovazione, con particolare attenzione a quello impegnato
nell’attuazione del progetto nazionale di sperimentazione, promosso con il D.M.
n.100/2002
.

Il modello di formazione, illustrato in occasione delle Conferenze di
servizio di Roma e nel Seminario tecnico di Firenze del 30 settembre -1°ottobre
2002 e che verrà presentato negli incontri interregionali di Bellaria e di
Palermo, è analogo a quello utilizzato per la formazione dei docenti in
ingresso e prevede per il personale delle scuole coinvolte nei processi di
innovazione la possibilità di trovare nella piattaforma puntoedu.indire.it
strumenti e materiali di riflessione articolati nei seguenti ambiti:

le modifiche del quadro
ordinamentale (organizzazione del team e articolazione della funzione
docente nella scuola elementare etc., l’anticipo scolastico nella scuola
materna e nella scuola elementare, la partecipazione della famiglia, il
portfolio delle competenze )

l’insegnamento precoce
della lingua inglese

l’alfabetizzazione
informatica.

I materiali offerti in
attività corsuali, laboratori, forum, classi virtuali, risorse per la
didattica, anche a carattere internazionale potranno essere - secondo lo
sperimentato modello e-learning integrato - oggetto di matura riflessione da
parte dei docenti della scuola dell’infanzia e della scuola elementare
attualmente impegnati nel processo di innovazione e successivamente messi a
disposizione dei circuiti di scuole che intendano partecipare al dibattito
culturale e di confronto che accompagnerà l’iter parlamentare del processo
di riforma.

Nella consapevolezza che il modello sperimentato trovi il suo significato più
profondo in un processo permanente di formazione del personale in servizio
che utilizzi gli stimoli e le riflessioni offerte nella piattaforma, si è
provveduto ad incrementare - per un importo complessivo di 1.500.000,00=
euro - il budget assegnato agli Uffici scolastici regionali, secondo la tabella
allegata, ad integrazione dei fondi già previsti nel bilancio di ciascun
Ufficio scolastico regionale e della successiva assegnazione complessiva di
1.000.000= di euro, disposta in base alla Direttiva
n.74/2002
(Tabella A ultima colonna, fondi provenienti dal cap.1751
e richiamati nella recente nota esplicativa prot.n.4679/E/1/A del 4 novembre
u.s. di questa Direzione generale). Le risorse assegnate con la tabella
allegata alla presente nota, secondo i medesimi criteri adottati nella Direttiva
n.74/2002
articolo 2 secondo capoverso, potranno essere utilizzate
per la realizzazione di iniziative di formazione in presenza finalizzate
agli interventi formativi sugli aspetti prioritari di natura metodologica,
pedagogica, organizzativa e di ambito disciplinare specificatamente connessi
ai processi di riforma o di innovazione.

Dette risorse, pertanto, vanno prioritariamente impiegate, in correlazione
con l’ulteriore stanziamento previsto dalla lettera
circolare n°119
del 31 ottobre 2002, emanata dalla Direzione
Generale per gli Ordinamenti scolastici, per le attività di formazione
connesse alle iniziative di supporto e di monitoraggio delle scuole
dell’infanzia e delle scuole elementari che attuano il progetto nazionale di
sperimentazione, di cui al D.M.
n.100
del 18.09.2002.

A tale fine potranno essere promosse a livello regionale opportune intese e
collaborazioni con gli IRRE.

Le SS.LL. vorranno promuovere le iniziative di formazione in presenza
secondo le modalità che si riterranno più opportune in sede territoriale
(presso ciascuna istituzione scolastica o reti di scuole), in modo da
contemperare l’attività di laboratorio di ricerca di ciascuna istituzione
scolastica con il momento di confronto e di lavoro in rete.

A tale riguardo si suggerisce di allocare le risorse finanziarie presso una
o più istituzioni scolastiche, (ad esempio, preferibilmente, per la
formazione dei docenti di lingua straniera presso quelle che svolgono la
funzione di Centro Risorse Territoriali) e di volerne dare comunicazione
alla Direzione scrivente.

Di intesa con i gruppi tecnici di riferimento si procederà al monitoraggio
dei modelli organizzativi di supporto ai processi di innovazione.

IL CAPO DIPARTIMENTO

F.to Pasquale CAPO

 

Torna alla home page della guida