Questo sito contribuisce alla audience di

Trucchi linguistici: le presupposizioni

L'attrazione è l'attrazione, niente da dire. Tutto accade per magia, come no. Ma...e se questa magia l'aiutassimo un po'? I sistemi non mancano, vediamone uno...







Le presupposizioni sono componenti implicite di una frase che devono essere ritenute vere perché la frase stessa abbia senso.

Sono tra i trucchi più utilizzati per spingere il comportamento in una data direzione, ed occorre una persona veramente attenta per difendersi efficacemente.
Le presupposizioni spostano l’attenzione da qualcosa – apparentemente – poco importante come se fosse già dato per scontato, chiedendo una decisione su un altro elemento – apparentemente – importante.

“Preferisci andare al cinema o a teatro?” (si presuppone che si esca assieme)

Le presupposizioni possono essere usate nel linguaggio quotidiano (e molti lo fanno inconsciamente) per aiutare qualcuno a prendere una decisione o, per meglio dire, per decidere al suo posto.

Pensate alle presupposizioni come una tattica in cui qualunque cosa l’interlocutore decida farà comunque quello che voi avete deciso come obiettivo primario.

Vediamo qualche esempio:

“Nessuno scambio di messaggi permette di conoscerci davvero; dopo che ci saremo incontrati di persona, probabilmente questi messaggi ci sembreranno buffi o, al massimo, li terremo come un piacevole ricordo”

“Pensa a come ti sembreranno ridicoli questi dubbi, dopo esserci incontrati di persona…”

Provateci, basta un minimo di allenamento per diventare esperti. E se lo fate con garbo, nessuno se ne accorgerà…

Fatemi sapere

Bruno

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti