Questo sito contribuisce alla audience di

Sallemi: "L'artigiano artista"

Alle scuole elementari la maestra Cassibba sua insegnate aveva visto in lui questa passione - Salvatore Raffaele, aveva provato a seguire la passione naif per il "modellismo" e "la creatività artistica artigianale" - Per un artista artigiano "montare" un veliero non poteva equivalere a "crearlo" - Ma, da questo splendido artista artigiano, non sono nati solamente modelli di velieri, navi, cannoni, pozzi rurali e tanto altro ancora.

Sallemi Salvatore Raffaele, questo è il suo nome e cognome completo, “Artigiano Meccanico riparatore di bici e gommista” è nato a Comiso (RG) 78 anni fa. Fin da ragazzino, dall’età di otto anni, ha lavorato come artigiano meccanico di bici e gommista e fin da ragazzino ha avuto la passione artistica artigianale e per il disegno. La sua insegnate alle scuole elementari, la maestra Cassibba, racconta il Sallemi, aveva visto in lui questa passione, tanto che lo invitata a sedere accanto alla cattedra, sopra la grande pedana, che serviva ad alzare la stessa, a creare un disegnino, mentre i compagni facevano altro. A raccontarla sembra una storia Deamicisiana, alla “Cuore”. Salvatore Raffaele, infatti, ancora piccolo alunno delle elementari, non riusciva a “capire” quella strana richiesta della “maestra” e, anzi, la percepiva, nella sua innocenza, come quasi una “punizione”. Altri tempi, altra scuola, altri alunni, altri insegnanti. Crescendo, Salvatore Raffaele, aveva provato a seguire la passione naif per il “modellismo” e “la creatività artistica artigianale”, ma i tempi non erano ancora maturi, le tecnologie applicate a strumenti e colle, per tale passione, ancora creavano moltissime difficoltà a chi aveva tale passione. Mise da parte le sue “passioni”(Riproduzioni in scala di Navi e cannoni d’epoca, pozzi d’acqua rurali siciliani, e tant’altro) e si dedicò al lavoro di artigiano meccanico di biciclette e di gommista. Il lavoro e gli impegni famigliari non gli consentivano, dunque, di potersi dedicare alla passione artistica e artigianale del modellismo. Un giorno di 10 anni fa, essendo rimasto da solo, causa la perdita della moglie, prima, e, 15 mesi dopo, del figlio, che lavorava con lui alla conduzione dell’attività di artigiano meccanico di bici e gommista, decise che forse era venuto il tempo di dedicarsi a quella passione naif artistica artigianale del modellismo in scala. Sfogliando le pagine di un settimanale, fu colpito da una frase: “Adornate il vostro salotto con le vostre stesse mani” e da una foto, sotto la frase, di un “veliero”, in scatola di montaggio. L’antica passione del modellismo in scala poteva essere, dunque, ripresa e così fu. Rispose a quell’annuncio e ritirò il veliero da montare. Ma per un artista artigiano, “montare” un veliero non poteva equivalere a “crearlo”. Decise che, dopo quella esperienza , comunque, positiva(quel primo veliero, infatti, è ancora conservato in una teca, nel salotto buono di casa), sarebbe stato lui a creare, pezzo per pezzo, i modelli. Sono nati dei magnifici modelli di navi antiche e una riproduzione in scala, superba, del “Titanic”. Ai modellini di navi, si sono aggiunti riproduzioni di “cannoni antichi e di tanto altro”. Ma, da questo splendido artista artigiano, non sono nati solamente modelli di velieri, navi, cannoni, pozzi rurali e tanto altro ancora; a questa passione, sempre e perfettamente in linea con la sua vena artistica artigianale e la modellistica, si è aggiunta quella di riprodurre “Plastici di prospetti architettonici di angoli caratteristici di paesini siciliani”. Questi piccoli capolavori dell’estro artistico e artigianale del Sallemi possono essere “esibiti”, nelle pareti di casa o di locali tipici, come quadri tridimensionali o piccole sculture. Il Sallemi, inoltre, è in grado, da una semplice foto, di riprodurre qualsiasi angolo caratteristico cittadino. Le foto delle sue “creazioni”, credo parlino da sole. Questa sua ultima passione, la creazione di “Plastici di prospetti architettonici riproducenti angoli caratteristici di paesini siciliani”, inoltre, può essere utilizzata, da locali tipici, attività caratteristiche e artigiani, al fine di crearne oggetti promozionali unici ed originali. Per un primo, eventuale, contatto, questa è la sua email:

artisticamente@supereva.it