Questo sito contribuisce alla audience di

Prevenire il Diabete: "una scelta di vita"

E’ ormai accertato che esiste un forte legame tra obesità e diabete, cancro, ipertensione, malattia del fegato - L’obesità interessa donne e uomini e c’è una differenza marcata tra i sessi:&#nbsp; gli uomini sono in maggioranza rispetto alle donne - Le regioni meridionali, comprese le isole, presentano&#nbsp; una prevalenza dell’obesità rispetto alla media nazionale - E' stato lanciato l’allarme&#nbsp; per i bambini che hanno assunto stili di vita estremamente pericolosi per la loro salute. I genitori di bambini obesi sono, a loro volta, obesi - Questo perché i bambini sono molto influenzati da quello che accade intorno a loro. (di Gianna Miceli)

Viviamo in una società che sempre i più si caratterizza per stili di vita che si ripercuotono in modo negativo sulla nostra salute. Infatti la crescente obesità  rappresenta un importante fattore di rischio. L’eccesso di peso, con il conseguente accumulo di grasso nel corpo, può determinare complicanze all’apparato cardiovascolare, ai muscoli e al nostro apparato scheletrico. E’ ormai accertato che esiste un forte legame tra obesità e diabete, cancro, ipertensione, malattia del fegato. Negli Stati Uniti si è scoperto che esiste un legame invisibile che unisce obesità e diabete di tipo 2, la forma più comune che, oggigiorno, colpisce più di tre milioni di persone nel nostro paese e si manifesta nell’adulto. Nelle persone obese si verificherebbe nel fegato una sorta di “trasformazione” negativa che modifica l’attività di una proteina inducendo uno stato di infiammazione costante, anche se impercettibile. Secondo quanto scoperto dagli scienziati è proprio questa risposta “errata” dell’organismo una delle cause che impediscono la normale attività dell’insulina sulle cellule, con il conseguente aumento della glicemia, cioè dei valori del glucosio nel sangue. Nei diversi paesi europei, nell’ultimo decennio, l’obesità è  aumentata tra i valori che vanno dal 10 e il 40 per cento; i paesi dell’Europa orientale presentano tassi ancora più alti di quelli dell’Europa  occidentale. Al di là dei fattori di tipo genetico o fisiologico che predispongono all’insorgenza dell’obesità, altri ne accelerano il suo insorgere. Sono fattori di tipo ambientale o comportatale: scorrette abitudini alimentari, con l’assunzione di eccessive quantità di zuccheri e di grassi, spesso associate a stili di vita sedentari. In Italia la maggioranza della popolazione adulta (pari al 53,3%) è in condizione di peso normale, ma ben uno  su tre (33,9%), tra i maggiorenni, risulta in soprappeso e il 9% è obeso. Nel nostro paese sono oltre quattro milioni le persone adulte  obese, con un incremento del 25% rispetto al 1994, mentre sono 16 milioni, tra i maggiorenni, i soggetti in sopra peso. L’obesità interessa donne e uomini, mentre c’è una differenza marcata tra i sessi, che riguarda le persone in sopra peso dove un buon 42,4% interessa gli uomini contro un 26% nelle donne. I soggetti obesi aumentano con l’età. Anche se, ultimamente, è stato lanciato l’allarme  per i bambini che hanno assunto stili di vita estremamente pericolosi per la loro salute. Basti pensare alle numerose pubblicità che reclamizzano prodotti come merendine, pop corn, panini e   tanti altri prodotti sicuramente non appropriati per una corretta alimentazione. I giovani che vanno dai 18 ai 24 anni che presentano un eccesso di peso sono circa il 2%, ma il fenomeno acquista particolare rilevanza a partire dall’età che va dai 45 ai 54 anni, circa il 12% di obesi, il valore aumenta ancora nella fascia di età che va tra i 55 e i 64 anni dove arriviamo ad una percentuale del 14.4%. Gli ultra settantacinquenni si attestano sul 10.4%. Il tasso di obesità nelle donne nella fascia tra i 45-54 anni, aumenta notevolmente. Le regioni meridionali, comprese le isole, presentano  una prevalenza dell’obesità rispetto alla media nazionale. La prevenzione del diabete di tipo 2, patologia purtroppo in costante aumento con l’incremento del peso medio della popolazione così come dimostrano i dati sopra riportati, si base sul controllo del peso attraverso la corretta alimentazione e sulla regolare attività fisica. Purtroppo sta sempre più diffondendosi anche nei bambini il diabete di tipo 2. La causa principale di questa forma di diabete è proprio l’obesità. Si è appurato che  spesso i genitori di bambini obesi sono, a loro volta, obesi. Questo perché i bambini sono molto influenzati da quello che accade intorno a loro. (clicca e continua…. )